Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Faist: i dirigenti escono dalla riunione, le lavoratrici li "accolgono" con l'Inno di Mameli

Così hanno salutato chi li ha licenziati all'inizio del mese smantellando in una notte lo stabilimento di Lanciano. I vertici hanno confermato i licenziamenti e la chiusura della sede frentana

 

Un siparietto ironico e allo stesso tempo amaro quello di ieri sera dopo l'incontro alla Confindustria di Mozzagrogna tra i sindacati e la Faist.

Un gruppo di lavoratrici ha salutato chi li ha licenziati all'inizio del mese di febbraio intonando a squarciagola l'Inno di Mameli. 

La Faist di Lanciano nemmeno due settimane fa è stata smantellata nel giro di una notte senza preavviso, lasciando senza lavoro 16 dipendenti e trasferendo i macchinari in Umbria.

Ieri i vertici aziendali hanno confermato i licenziamenti e la chiusura della sede frentana dello stabilimento che produce sensori per le turbine delle auto.

(video: Maria Di Francesco)

Potrebbe Interessarti

Torna su
ChietiToday è in caricamento