rotate-mobile
Incidenti stradali San Salvo

Investito sullo scooter per disabili a San Salvo, la procura dispone una perizia e un ulteriore sopralluogo

Le figlie di Michele Valentini, 79 anni, vogliono vederci chiaro sul decesso del padre e si costituiranno parte civile

Le figlie di Michele Valenini, 79 anni, originario di Fresagrandinaria ma residente da tempo a San Salvo marina, travolto il 9 settembre sulla statale Adriatica in contrada Marinelle mentre si trovava a bordo di uno scooter elettrico per disabili e deceduto una settimana dopo, non si danno pace per la perdita del padre e hanno deciso di costituirsi parte civile, scegliendo la difesa dell'avvocato Antonio Boschetti.

Per questo motivo il sostituto procuratore della Repubblica della procura di Vasto ha disposto l'incidente probatorio per fare chiarezza sull'episodio che è costato la vita all'uomo, affidando all'ingegnere Marco Colagrossi la perizia per ricostruire le cause e le dinamiche dell'incidente, che verrà stilata dopo un ulteriore sopralluogo sul posto.

Si attende intanto l'autopsia che è stata eseguita sul corpo dell'anziano e che ha evidenziato la gravità dei traumi causati dall'impatto. Michele Valentini venne travolto da una Opel Astra che percorreva la statale in direzione nord nei pressi del caseificio Tre Monti. Sul posto giunsero la polizia locale di San Salvo e il personale del 118 che, constatate le condizioni dell'uomo, ritenne opportuno far intervenire l'elisoccorso. L'uomo è stato quindi elitrasportato in codice rosso a Pescara, dove è deceduto a una settimana esatta dall'incidente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Investito sullo scooter per disabili a San Salvo, la procura dispone una perizia e un ulteriore sopralluogo

ChietiToday è in caricamento