Messaggi e insulti sui social contro le famiglie contagiate a Vasto, Menna: "Sporgo denuncia"

Il sindaco di Vasto annuncia azioni legali contro chi ha diffuso nelle chat i dati delle persone positive al Covid 19 in città. E lancia di nuovo un appello alla responsabilità

Messaggi, insulti sui social e la diffusione sulle chat dei dati sensibili delle persone contagiate a Vasto negli ultimi giorni. Dopo l’impennata di contagi in una palazzina del quartiere San Paolo, dove in 14 sono risultati positivi al coronavirus dopo aver partecipato a un funerale a Campobasso lo corso 30 aprile, in città la tensione è alta.

Il sindaco Francesco Menna ha già annunciato una denuncia alle forze dell’ordine contro chi ha diffuso i dati – nomi cognomi e residenze - delle persone positive al Covid 19 in città. E lancia di nuovo un appello alla responsabilità.

“Assieme alle chat - ha detto - registro anche dei video abbastanza violenti che si stanno diffondendo. Per questo lancio un appello: è il momento della responsabilità e della collaborazione, ci sarà anche il momento dei provvedimenti penali, civili e amministrativi ma adesso dobbiamo avere la capacità e l’intelligenza di isolare questo fenomeno. Lo chiedo a tutti – ha aggiunto il sindaco Menna  -  è necessaria la collaborazione di tutti per arginare questa fase”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul focolaio Covid a Vasto, domani il prefetto di Chieti Giacomo Barbato ha convocato il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica. La palazzina in via De Gasperi dove vivono le tre famiglie, tutte legate tra loro, risultate positive, è presidiata dalle forze dell'ordine h24. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fibromialgia: finalmente l'Abruzzo definisce le linee guida per diagnosi e trattamento

  • Un male si è portato via il tenente Nicola Di Biase, aveva solo 27 anni

  • Si è spento Giuseppe Sigismondi, titolare della storica tabaccheria lungo corso Marrucino

  • A fuoco chiosco in piazza Garibaldi nella notte

  • Morì all'improvviso durante l'emergenza sanitaria: una messa per ricordare l'autista della Croce Gialla Cocco

  • Speleologi bloccati nella grotta a Roccamorice: trovato morto il terzo, un geologo dello Speleo club di Chieti

Torna su
ChietiToday è in caricamento