Rapinatore evade dai domiciliari a Chieti Scalo: "Avevo litigato con la mia fidanzata"

Fuga d'amore per l'uomo accusato di aver rapinato una parafarmacia sulla Tiburtina a Pescara. Si è giustificato davanti alla polizia dicendo di dover andare dalla fidanzata ma è stato denunciato

Evade dai domiciliari ‘per amore’ ma si becca una denuncia in procura. Nei guai è finito ancora una volta A.M., 40 anni, arrestato lunedì scorso con l’accusa di aver rapinato la parafarmacia Fedel Farma di via Tiburtina a Pescara assieme ad un complice, finito in carcere. 

Come riporta il Centro, due giorni fa A.M. si è allontanato dalla sua abitazione in via Gizio, zona Santa Filomena, per raggiungere la fidanzata. Agli agenti della squadra volante che lo hanno sorpreso fuori casa si è giustificato dicendo che aveva avuto una discussione con la compagna e che era uscito per andare a chiarire, spiegando di aver fatto tutto per amore.

La fuga gli è costata comunque una denuncia per evasione e un nuovo guaio giudiziario. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto nel cuore della movida dello Scalo: automobile travolge una moto

  • Al Comune di Ortona concorso pubblico per sette posti a tempo indeterminato

  • La migliore colazione è a Chieti, premiata l'eccellenza di Manuela Bascelli

  • Allarme invasione cimici: i rimedi per eliminarle da casa

  • Va a prendere il figlio a scuola e viene investito in pieno centro

  • Casoli, il mezzo agricolo gli trancia la gamba: agricoltore muore dissanguato

Torna su
ChietiToday è in caricamento