È vero che baciarsi sotto il vischio porta fortuna?

Così dicono, ma in realtà su questa pianta si sa davvero molto poco, che spesso si fatica anche a credere a questa storia

È vero che baciarsi sotto il vischio porta fortuna? Così dicono, ma in realtà su questa pianta si sa davvero molto poco, che spesso si fatica anche a credere a questa storia.

Esattamente come la stella di Natale, il vischio è considerato una decorazione natalizia green, da avere in casa e da raccogliere in un mazzetto e mettere a testa in giù. Solitamente penzola dai lampadari o anche dalle porte.

Il vischio è una pianta che fiorisce nel periodo dicembrino. Ha foglie dure, lunghe e frastagliate, bacche bianche con interno gelatinoso, ma tossiche se ingerite, e fa fiorellini gialli.

Ha anche un buon profumo, tipico delle festività. Oltre a quello selvatico, il vischio può essere coltivato e utilizzato per le decorazioni natalizie.

Il vischio è una pianta parassita, perché cresce su alberi come pioppi, querce, olmi, noci e pini.

Come coltivare il vischio a casa

È possibile coltivare anche in casa, o meglio all’esterno, il vischio.

Per riuscirci, dovete prelevare le bacche sane e farle seccare in un luogo fresco e asciutto. In seguito bisognerà farlo attecchire la pianta su un albero, come melo, pero o anche su una conifera.

Bisogna praticare un’incisione profonda col coltellino sulla corteccia del ramo dove inseriremo la bacca. Conviene inserirne più di una bacca-seme, quindi fare più incisioni, per garantire la riuscita della prova. Purtroppo ci vorrà qualche anno per verificare che il tentativo sia andato a buon fine.

In questo periodo dovete avere particolare cura della pianta parassitata, che deve essere in buona salute nel corso della germinazione del vischio.

Come far durare il vischio a lungo

Per far durare a lungo il vischio dovete posizionare la chioma a testa in giù legata con un cordino. In questo periodo le bacche potrebbero cadere, quindi fate attenzione a raccoglierle subito, perché oltre a essere appiccicose, possono essere pericolose se in casa ci sono bambini o animali che inavvertitamente potrebbero ingerirle.

Leggende sul vischio

Non una ma tante leggende riguardano il vischio, tutte di origini scandinave. Sembra che, in antichità, fosse una delle poche piante, che riusciva a combattere le epidemie, che in quel periodo colpivano la popolazione della zona.

Il vischio è il simbolo della fortuna e probabilmente questo aspetto deriva dalla figura della divinità norvegese Balder, che morì dopo essere stato colpito da alcuni rami di vischio. Per onorare la sua memoria i druidi bruciavano alcuni rami della pianta poco prima del solstizio d’estate, per invocare la prosperità, il benessere e allontanare la sfortuna.

Proprio per questo durante il periodo natalizio, che segna la fine del vecchio anno e l'inizio del nuovo, è tra gli addobbi più usati per proteggere la casa e noi stessi da eventuali sfortune e augurare gioia e fertilità.

Sempre secondo tradizione se due innamorati si baciano sotto un ramoscello allontaneranno problemi e difficoltà.

Prodotti online per coltivare il vischio

Vischio vero

Albero di melo

Albero di pero

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arredamento: le ultime tendenze per il 2020

  • I documenti da controllare quando si sta per acquistare casa

  • Come scegliere la giusta fragranza per profumare casa

  • I consigli per arredare la mansarda nel modo giusto

  • I sensori per le finestre, per una casa sempre più smart

  • Cosa sono i sistemi multiroom?

Torna su
ChietiToday è in caricamento