giovedì, 24 aprile 11℃

Paganese Chieti 2-0: la cronaca|Ora serve l’impresa

Escono battuti i neroverdi dallo stadio "Torre" di Pagani. Con una rete per tempo, i campani superano i teatini che ora dovranno vincere con due reti di scarto nella gara di ritorno, in programma tra sette giorni all'Angelini.

Francesco Colagreco 3 giugno 2012

Poca incisività in attacco e un terreno di gioco non in ottime condizioni hanno influito non poco nella sconfitta del Chieti contro la Paganese. Giocano meglio i neroverdi costantemente padroni del gioco ma sono degli azzurro stellati le occasioni migliori del match. Un gran gol di Galizia al 17’ e il raddoppio del bomber Dino Fava al 23’ della ripresa condannano gli uomini di Paolucci che nella gara di ritorno dovranno vincere con due reti di scarto per ottenere la promozione in Prima Divisione. Un’impresa difficile ma non impossibile per una squadra che, nonostante la sconfitta, per lunghi tratti dell’incontro si è fatta preferire alla Paganese.

CRONACA

1’ girata debole di Fava dal centro area. Feola blocca la sfera senza difficoltà.

Dopo una buona partenza nei padroni di casa i neroverdi prendono in mano l’iniziativa ed inziziano a costruire il proprio gioco.

Al 17’ Paganese in vantaggio: Scarpa tenta una conclusione a rete, il tiro viene ribattuto dalla difesa nero verde, la sfera però termina sui piedi di Galizia che con un gran destro dal limite pesca il jolly ed insacca all’incrocio dei pali.

I neroverdi provano a reagire e confezionano due buone occasioni al 34’ e al 40’ con Berardino e Fiore ma difettano di precisione.

Al 44' tremano i neroverdi sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Sbroglia la situazione Amadio che salva sulla linea di porta.

Nella ripresa il Chieti continua a fare il gioco e la Paganese adotta una tattica attendista.

Al 7'st ha una ghiottissima occasione con Del Pinto che gira d testa un cross perfetto di Sabbatini. Lasfera esce di un nulla.

Al  23’st la Paganese raddoppia nel momento migliore del Chieti: conclusione debole dalla distanza da parte di Giglio, il pallone però prende una strana traiettoria nell’impatto con il terreno, Feola riesce a deviare la sfera sulla traversa ma non può nulla sulla ribattuta a rete del “rapace” Fava che ha ben seguito l’azione.

Paolucci prova a dare una scossa inserendo Gammone e Anastasi al posto di Fiore e Berardino.

Al 40’ gol annullato a Bigoni per fuorigioco.

Al 42’ la Paganese va vicinissima al terzo gol con un capolavoro balistico di un ispiratissimo Galizia su punizione che colpisce l’incrocio dei pali da 20 metri.

Al triplice fischio festeggiano i locali che vincono grazie a una maggiore concretezza ed esperienza.

Il Chieti domenica prossima dovrà fare la propria partita e, con un pizzico di fortuna e il supporto del proprio pubblico il risultato non è irraggiungibile.

Basta crederci….

TABELLINO

Paganese (4-4-2): Robertiello, Balzano, Fusco, Pepe, Agresta, Neglia (25'st Lo Iacono), Galizia, Giglio, Scarpa, Luca Orlando (18'st Sicignano), Fava. All.: Grassadonia

Chieti (4-2-3-1): Feola, Bigoni, Pepe, Migliorini, Serpico, Amadio, Del Pinto, Berardino (30'st Gammone), Sabbatini, Fiore (24'st Anastasi), Alessandro. All.: Paolucci

Arbitro: Sig. Pairetto di Nichelino coadiuvato dagli assistenti Giovanni Colella di Padova e Maurizio De Troia di Termoli.

Marcatori: 18'Galizia (P), 23' st Fava.

Note: Ammoniti: Balzano (P), Agresta (P), Bigoni (C). Rec. 0'pt; 3'st.

Annuncio promozionale

 

3 giugno 2012
la cronaca
paganese chieti

Commenti