Empoli Lanciano 2-2 | Toscani e abruzzesi fanno a gara di goal

Una partita spumeggiante, con le due squadre che si "inseguono" a suon di reti. Doppiette di Tavano e Plasmati. Nelle file della Virtus si è sentita l'assenza di Mammarella (out per infortunio)

Gianvito Plasmati

Empoli-Lanciano finisce 2-2. Una partita decisamente spumeggiante, tanto che già al termine del primo tempo le squadre erano andate negli spogliatoi con due goal per parte. Nella Virtus, combattiva come al solito, non sono scesi in campo Mammarella per infortunio (la sua assenza si farà sentire) e Fofana per squalifica.

Le attese per questo incontro erano molte, anche perchè l'Empoli è stato finora l'unico a surclassare i rossoneri in campo, con un sonoro 3-0 in occasione della prima al Biondi. Un motivo in più per fare bene oggi, cercando la rivincita. A giudicare dal risultato, si può dire che giustizia sia stata (parzialmente) fatta.

IL MATCH - Le cose si mettono subito male per i frentani: sono passati appena 7 minuti quando Tavano porta in vantaggio i padroni di casa. Sugli sviluppi di un corner, il giocatore si ritrova solo al centro dell'area di rigore e insacca la rete dell'1-0. Gli uomini di Gautieri, tuttavia, non ci mettono molto per ristabilire l'equilibrio: al 10′ Plasmati riceve un ottimo assist da Paghera e trafigge Bassi con un destro potente.

Il ping pong tra toscani e abruzzesi si ripete al 34', quando Plasmati sigla la sua personale doppietta ribadendo in rete un tiro di Volpe che aveva preso in pieno la traversa. Al 35' anche Tavano fa il bis, servito da Saponara: in questo frangente, la retroguardia virtussina dorme alla grande. Si va al riposo con un punteggio già vivace, che la dice lunga sul tenore della gara.

Al 7' della ripresa da segnalare un'iniziativa di Saponara che lancia Hysaj con cui l'Empoli va vicino alla terza marcatura: pericolo davanti alla porta di Nicola Leali, che alla fine riesce ad agguantare il pallone. Al 15' è ancora Saponara a cercare il sigillo con il destro, ma l'estremo difensore ospite salva. Brivido al 23', quando Leali rischia la beffa perché manda maldestramente la palla addosso a Croce: è solo grazie ad Almici e Almenta se non succede un guaio. 

Il Lanciano prova a sbloccare la situazione: al 32' Piccolo tenta il sinistro dalla distanza, ma è calcio d'angolo. Dalla bandierina va Turchi, Maccarone respinge di testa e la sfera termina in fallo laterale. Nell'ultima frazione di gioco la Virtus accusa la stanchezza e non riesce a creare più di tanto; così, al triplice fischio, non espugna il Carlo Castellani, ma offre lo stesso una buona prestazione, dimostrando di esserci sempre e comunque. Nulla da eccepire, anche perchè ora i punti sono 38. Certo, però, che con Carletto nella mischia forse la storia sarebbe stata diversa. 

VIRTUS LANCIANO (4-3-3) – Leali; Almici, Aquilanti, Rosania, Scrosta; Paghera, D’Aversa, Volpe; Piccolo, Plasmati, Di Cecco. A disp: Aridità, Falcone, Amenta, Minotti, Vastola, Falcinelli, Turchi. All. Gautieri

EMPOLI (4-3-3) – Bassi; Lauriini, Romeo, Moro, Valdifiori, Maccarone, Saponara, Tavano, Croce, Regini, Hysai. A disp: Pelagotti, Gigliotti, Shekiladze, Signorelli, Pucciarelli, Bationo, Accardi. All. Sarri

RETI: Tavano 7' e 35' pt, Plasmati 10' e 34' pt

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Formula Ambiente: nessuna certezza sugli stipendi, confermato lo stato di agitazione

  • Cronaca

    Se n'è andato Nicola Sebastiani, il "papà" del Piccolo Teatro dello Scalo

  • Cronaca

    Tolte le reti logorate, Palazzo d'Achille torna alla vista della città

  • Cronaca

    Nuova vita per l'area verde di via Nicolini: potate le siepi e puliti rifiuti e siringhe

I più letti della settimana

  • Shock all'ospedale: paziente cade dall'undicesimo piano del SS. Annunziata

  • Ex campione di atletica leggera muore lanciandosi dalla finestra dell'ospedale: la procura apre un'inchiesta

  • Si è spento all'improvviso Claudio Micomonaco, impiegato del Comune di Chieti

  • Il ponte che collega Cepagatti a Chieti è pericoloso: scatta la chiusura

  • Acqua di pozzo per la produzione di conserve e condizioni igieniche precarie: stop all'attività di una ditta

  • Settimana di "Cardiologie aperte": visita gratuita all'ospedale di Chieti

Torna su
ChietiToday è in caricamento