Scambio di deleghe fra gli assessori Di Biase e Giampietro: "Continueremo a lavorare al meglio"

La richiesta è stata di fatto determinata dalle frizioni dell'assessore regionale Febbo con l'ex esponente del suo partito. I due componenti della giunta si sono confrontati accettando la proposta di Forza Italia

“Io e Giuseppe Giampietro saremmo stati in grado di gestire qualunque assessorato. Ci siamo confrontati e abbiamo deciso di accogliere serenamente la proposta di scambiarci le deleghe, fiduciosi che continueremo a lavorare al meglio, per il bene della città”.

Così l’assessora Carla Di Biase, anche a nome del vice sindaco, commenta la nuova assegnazione delle deleghe che sarà formalizzata stamani dal sindaco Umberto Di Primio, richiesta dai consiglieri di Forza Italia e accettata ieri dopo giorni di trattative.

“Ci siamo riuniti con i consiglieri di maggioranza - racconta - e il sindaco ci ha dato libertà di scelta. Per questo, dopo il consiglio, siamo andati a pranzo insieme per confrontarci e abbiamo deciso di accettare. Sono stati fondamentali le dimostrazioni d’affetto di tutti i consiglieri”.

In realtà, a 8 mesi dalla fine della consiliatura, il cambio di assessorato non potrà incidere granché sul lavoro per la città. Ma le frizioni fra Di Biase e l’assessore regionale Mauro Febbo dopo la candidatura della prima alle elezioni regionali dello scorso febbraio hanno lasciato non pochi strascichi anche nella politica comunale.

Sembrerebbe infatti che il tira e molla dei cinque consiglieri di Forza Italia, che per mesi hanno chiesto la tesi dell’ormai ex assessore al Commercio, arrivando poi pochi giorni fa a chiedere lo scambio di deleghe con Giampietro, sia stato determinato da un diktat dall’altro, ossia la richiesta di Febbo di non doversi confrontare con l’esponente di Fratelli d’Italia. Da qui, la richiesta indiretta di toglierle tutte le deleghe comuni.

Ora che il sereno è tornato, seppure con più di un compromesso, la maggioranza dovrebbe riuscire nel pomeriggio ad approvare il rendiconto di bilancio e lavorare senza ulteriori scossoni per i prossimi mesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, famiglie in isolamento a Pescara dopo contatti con contagiati

  • Dai tavoli de "La Pecora Nera" al cinema per adulti: il primo film di Marilena Di Stilio

  • Coronavirus, l'ordinanza della Regione Abruzzo: chi torna da zone a rischio deve comunicarlo al medico

  • Coronavirus, riunione operativa in Regione: obbligo di isolamento per chi ha avuto contatti con le zone rosse

  • Coronavirus, primo caso in Abruzzo: paziente positivo al primo test ricoverato a Teramo

  • Coronavirus: 17enne in isolamento all'ospedale di Vasto, è appena tornata da Padova

Torna su
ChietiToday è in caricamento