"Fossacesia non ti riconosco", monito del sindaco dopo gli atti vandalici per contestare Salvini

Il sindaco Enrico Di Giuseppantonio esprime solidarietà al ministro degli Interni Matteo Salvini che oggi sarebbe stato ospite allo stabilimento Tween Beach, preso di mira nella notte dai vandali

"Da sindaco esprimo la mia più completa solidarietà al ministro degli Interni Matteo Salvini che sarebbe stato oggi ospite qui a Fossacesia, presso lo stabilimento Tween Beach, per i fatti incresciosi accaduti" lo dichiara il sindaco Enrico Di Giuseppantonio riferendosi agli atti vandalici che nella notte hanno danneggiato lo stabilimento balneare lungo la costa teatina e dove questa mattina sono arrivati i carabinieri.

Il gravissimo episodio è stato denunciato dal titolare, Donato Di Campli, che ha definito "vigliacchi" i responsabili del gesto.

Ora la solidarietà da parte del sindaco. "Fossacesia non è mai stata teatro di tali azioni - aggiunge Di Giuseppantonio - ed ha sempre avuto un clima tranquillo, sicuro e di accoglienza nei confronti di tutti ed io, da rappresentante della mia città, voglio che  resti tale. Sono convinto che tali azioni riprovevoli siano mosse da un gruppo ristretto di persone non consapevoli della gravità della cosa e di quanto tali azioni possano divenire pretesto per mettere in gioco lo spirito democratico di questo Paese. L'Italia - chiude il primo cittadino di Fossacesia- non ha bisogno di questi gesti, bensì necessita di un clima sereno e democratico per poter crescere e questo è compito di ciascuno di noi".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto nel cuore della movida dello Scalo: automobile travolge una moto

  • La migliore colazione è a Chieti, premiata l'eccellenza di Manuela Bascelli

  • Al Comune di Ortona concorso pubblico per sette posti a tempo indeterminato

  • Allarme invasione cimici: i rimedi per eliminarle da casa

  • Va a prendere il figlio a scuola e viene investito in pieno centro

  • Casoli, il mezzo agricolo gli trancia la gamba: agricoltore muore dissanguato

Torna su
ChietiToday è in caricamento