"Il Comune ha speso oltre 200 mila euro per le feste": Di Nardo chiede le dimissioni del sindaco di Ortona

Il capogruppo del centrodestra in consiglio comunale contro le "festicciole, pranzi e aperitivi del sindaco" dopo la segnalazione dei revisori della corte dei conti

"Dimissioni, subito e senza giri di parole". È il grido del consigliere comunale Angelo Di Nardo, capogruppo di Fratelli d’Italia, Lega e lista Libertà e Bene Comune per Ortona nei confronti del sindaco, Leo Castiglione dopo che "il collegio dei revisori dei conti ha finalmente alzato il velo sui contributi assegnati nel corso dello scorso anno al comitato manifestazioni ortonesi".

Sui numeri Di Nardo fa sapere che "il sindaco 'festaiolo'  ha elargito nel corso dell’anno 2019  la bellezza di  215.269,71 euro, risorse che avrebbero dovuto e potuto essere spese nell’interesse della città. Per festicciole, pranzi, aperitivi - continua il consigliere - ha pescato dalle casse comunali ben 10 volte di più di quanto aveva fatto, nel 2017, il commissario prefettizio. All'epoca, con i suoi 20.000 euro sui 64.800 utilizzati per le manifestazioni, il Comune si era tenuto ben al di sotto della percentuale del 35% prevista dal regolamento per la partecipazione. Come opposizione, e i cittadini lo sanno bene, ho denunciato più volte l'inopportunità di alcune spese. Ma il sindaco, con il suo consueto atteggiamento, è rimasto sempre sordo a ogni suggerimento o protesta".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il capogruppo in consiglio comunale denuncia la situazione perchè "non si può continuare a far gestire il denaro pubblico senza rendicontazioni, solo per favorire qualche amico degli amici e garantirsi voti in consiglio comunale. Dobbiamo prendere atto - conclude Di Nardo - che questo sindaco sta portando Ortona sull'orlo del disastro: senza una visione economica, con una capacità progettuale inesistente, può soltanto evitare di combinare ulteriori danni. Per questo deve andare via. Subito, per restituire voce e diritti e tutti i cittadini. E dignità alla città".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un male si è portato via il tenente Nicola Di Biase, aveva solo 27 anni

  • Fibromialgia: finalmente l'Abruzzo definisce le linee guida per diagnosi e trattamento

  • Si è spento Giuseppe Sigismondi, titolare della storica tabaccheria lungo corso Marrucino

  • A fuoco chiosco in piazza Garibaldi nella notte

  • Morì all'improvviso durante l'emergenza sanitaria: una messa per ricordare l'autista della Croce Gialla Cocco

  • Speleologi bloccati nella grotta a Roccamorice: trovato morto il terzo, un geologo dello Speleo club di Chieti

Torna su
ChietiToday è in caricamento