Bilancio comunale, i cinque "ribelli" di Forza Italia: "L'opposizione ha fatto da stampella"

I forzisti rivendicano la loro appartenenza al centrodestra e criticano l'opposizione

Dopo l’approvazione del bilancio in consiglio comunale, al termine di una giornata molto intensa, i cinque consiglieri “ribelli” di Forza Italia hanno commentato l’esito della votazione. Ieri i cinque forzisti (Marco D'Ingiullo, Emiliano Vitale, Maurizio Costa, Maura Micomonaco ed Elisabetta Fusilli) non erano presenti in aula.

Abbiamo scelto di non entrare in aula in quanto il sindaco dopo l’ennesima richiesta d’incontro, tra l’altro pe intercessione dei partiti di centro destra, per impegnarsi a sostenere le nostre legittime richieste che ritenevamo e riteniamo avrebbero dato degli indirizzi di efficienza ed economicità al bilancio appena approvato, ma che ha puntualmente snobbato senza volersi prendere un impegno preciso. E nonostante tutto nulla è stato fatto per ostacolare l'approvazione del bilancio, in quanto considerato che il bilancio è passato con il voto del sindaco stesso, saremmo stati determinanti se fossimo entrati e avessimo votato contro, ma siccome, siamo e saremo nel centro destra sempre, insieme a parte dell’Udc che ha sostenuto le nostre proposte, ribadiamo il concetto che quegli indirizzi proposti erano necessari e li sosterremo ancora e valuteremo se potranno avere la stessa efficacia attraverso mozioni ed ordini del giorno.

Poi ancora un attacco al sindaco

Ci rammarica ancora e ne prendiamo atto della completa chiusura da parte del Sindaco che non ci ha permesso di dare un nostro fattivo contributo sul bilancio, ma ribadiamo la nostra appartenenza politica nel centro destra, ma considerato che il sindaco ha avuto da sempre una preclusione verso il partito maggiore che ha determinato la sua riconferma ci vediamo costretti a mantenere un rapporto puramente istituzionale che sarà soddisfatto solo in aula e nelle commissioni.

Infine, le critiche al gruppo di opposizione Chieti.Da Capo

È l’opposizione, che comunque è riuscita a farsi ritagliare dal Sindaco il ruolo di stampella, rimanendo in aula per permettere la approvazione anche perché per fortuna o per qualche “volontà oscura” c'erano fra le loro fila ben 4 assenze e qualora sarebbero stati tutti presenti avrebbero potuto rigettare la delibera di bilancio (meno male!!!).

La stessa opposizione, che tra l’altro ha aumentato il numero dei consiglieri, con il passaggio al centro sinistra di Rispoli e Troiano (quest’ultimo eletto in Forza Italia passato Gruppo Misto e poi approdato a Gruppo d’opposizione “Chieti da capo”). Lo stesso consigliere Troiano, fermamente convinto a rimanere in aula nonostante dall’inizio, i suoi “compagni” di opposizione lo invitavano ad uscire per far cadere il numero legale. Una maggioranza che ad inizio mandato aveva 21 consiglieri e che oggi è precipitata a 11 compreso il Sindaco (sic!!!)

Potrebbe interessarti

  • Addio Contessa: il cane di quartiere che viveva in via Gran Sasso muore dopo un investimento

  • Teli e canotti per prevenire i danni della grandine: l'ingegno degli abruzzesi fa il giro del web

  • Come tenere lontani i piccioni da casa (e non solo)

  • 4 pizzerie in provincia di Chieti, tra sapori tradizionali e sperimentazioni gourmet

I più letti della settimana

  • Morto davanti agli occhi dei familiari dopo una lite in strada a Pescara, la vittima era di Tollo

  • Si scontra con un'auto durante un sorpasso, gravissimo un motociclista di 26 anni

  • Incidente sul lavoro a Chieti Scalo: un uomo è in gravi condizioni

  • Sorpresi con 2 chili e mezzo di eroina in via Ettore Ianni: spacciatori finiscono in carcere

  • Intrappolato nell'auto dopo l'incidente: muore dopo quattro giorni in ospedale

  • Ferito a una gamba mentre taglia un bidone d'acciaio a Chieti Scalo

Torna su
ChietiToday è in caricamento