Bando per infermieri, Febbo: "Concorso troppo tempestivo, solo propaganda elettorale"

L'ultimo bando pubblicato della Asl della provincia di Chieti per l'assunzione a tempo indeterminato di 30 infermieri non convince il consigliere regionale di Forza Italia, Mauro Febbo

L'ultimo bando pubblicato della Asl della provincia di Chieti per l'assunzione a tempo indeterminato di 30 infermieri non convince il consigliere regionale di Forza Italia, Mauro Febbo, che giudica troppo tempestivo il concorso e in linea con i tempi delle elezioni regionali.

"L'attivismo di Flacco e dei vertici dell'Asl Lanciano-Vasto-Chieti nel pubblicare diversi bandi di concorso a fine mandato è avvilente e oltremodo offensivo - commenta definendoli - un vero e proprio 'aiutino' a favore di qualche candidato oltre che a uno specifico partito in vista della imminente competizione regionale".

Il bando pubblicato dalla Asl, attraverso delibera numero 1524 del 21 dicembre, prevede l'assunzione a tempo indeterminato di 30 infermieri (categoria D, livello economico D) e di 8 tecnici sanitari di Radiologia medica (anche in questo caso categoria e livello economico D). "Ma sono anni - osserva ancora Febbo - che non vengono banditi concorsi per il personale infermieristico e 'non solo' ma  guarda caso, a un mese dalle elezioni regionali, escono dal cilindro avvisi di reclutamento di nuove figure da assumere presso la nostra Asl. Inoltre - sottolinea Febbo - cosa ancora più grave, è del tutto evidente come questi bandi verranno espletati dal prossimo Governo regionale (la scadenza della presentazione delle domande è fissata a 30 giorni dalla pubblicazione in G.U. quindi sicuramente dopo il 10 febbraio 2019) e di conseguenza è intuibile che verranno utilizzati solo per una becera propaganda elettorale basata su promesse 'clientelari'.

Il dirigente Flacco, durante il suo mandato, avrebbe fatto meglio a intraprendere una programmazione seria attraverso un piano di assunzioni di nuovo personale per far fronte alla grave carenza, registrata in tutti i nosocomi della provincia, di figure importanti come anestesisti, ostetriche e personale adeguato per abbattere i tempi delle liste di attesa ancora troppo lunghi. Dal canto mio - conclude il consigleire regionale – registro, ancora una volta, solo tanta preoccupazione nel vedere come una Azienda sanitaria sia completamente appiattita ai voleri della politica pur di rimanere a galleggiare peraltro pochi mesi senza risolvere i veri problemi della sanità". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta in curva: arrivano i vigili del fuoco per estrarre il conducente dalle lamiere

  • Alcol e droga, strage di patenti: la Polstrada ne ritira 8 in una notte

  • Fuma una "canna" con gli amici alla villa, ma ha 12 dosi di marijuana nel marsupio: denunciato

  • Piante di marijuana alte due metri lungo il fiume Pescara: arrestati padre e figlio

  • Entra in casa della fidanzata dal balcone e la morde: 30enne arrestato a Chieti Scalo

  • Ciclista originario della provincia di Chieti muore a Roma dopo essere stato investito

Torna su
ChietiToday è in caricamento