Pizzoferrato, nasce l'ecovillage a Valle del sole: libero conferimento dei rifiuti

Cinque ecobox di ultima generazione per affrontare in modo innovativo la raccolta dei rifiuti solidi urbani


Maggior rispetto dell’ambiente, della bellezza dei luoghi e della efficienza del servizio. Sono le motivazioni che hanno portato a installare 5 ecoisole presso il Villaggio Turistico Valle del Sole di Pizzoferrato. Cinque ecobox di ultima generazione per affrontare in modo innovativo la raccolta dei rifiuti solidi urbani. Si attivano grazie a delle ecocard, dotate di QR code, che saranno singolarmente distribuite ad ogni proprietario di unità abitativa e ritirabili in municipio.

“A tale sistema si è arrivati grazie alla collaborazione sinergica tra Comune di Pizzoferrato ed Ecolan, che dal luglio 2019 ha assunto direttamente la gestione della raccolta rifiuti nel Comune che – ricorda il sindaco Palmerino Fagnilli -  da maglia nera nella graduatoria dei Comuni ricicloni, in appena 6 mesi ha raggiunto percentuali molto soddisfacenti di raccolta differenziata, attestandosi intorno alla riguardevole quota di circa il 70%”.

Alla presentazione del nuovo sistema di raccolta sono intervenuti il presidente della Ecolan Massimo Ranieri, il direttore tecnico Gabriele Di Pietro, il sindaco Fagnilli, il vicesindaco Francesco Di Pasquale, il consigliere delegato Daniele Domenico Di Cesare, il parroco di Pizzoferrato don Vincenzo Di Pietro e la direttrice del Delberg Palace Hotel Antonella D’Orazio.

“Una nutrita delegazione voluta per rappresentare e simboleggiare l’importanza del tema nella consapevolezza della necessità di imprimere una svolta di senso nel turismo abruzzese di montagna e riempire di fatti la tensione alla qualificazione di Valle del Sole Ecovillage - commenta ancora il sindaco - poiché porta orientale del Parco nazionale. Gli indicatori di purezza ambientale per il territorio dei Monti Pizzi sono ai massimi valori, ma la loro conservazione non è scontata. Il Comune di Pizzoferrato nell'inerzia del Consorzio San Domenico in Silvis, consorzio obbligatorio di gestione del distretto turistico, aveva realizzato, grazie anche alla energica attività del ex procuratore della Repubblica di Lanciano, dottor Francesco Menditto, il depuratore dell'impianto fognario, avviando una operazione di rifondazione dello stesso villaggio in senso ecocompatibile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’installazione degli Ecobox 4.0, grazie alla sensibilità ambientale  di Ecolan, porta avanti in senso qualitativo, il work in progress per la realizzazione di una Comunità turistica sostenibile”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore improvviso in casa, muore a 39 anni tecnico informatico

  • L'Abruzzo scelto per la sperimentazione dell'app Immuni con Liguria e Puglia, si parte a giugno

  • In Abruzzo arrivano i Condhotel, stanze d'albergo vendute ai privati

  • Paglieta in lutto per Antonella, mamma di tre bambini scomparsa a 34 anni

  • Decathlon investe in provincia di Chieti: apre un secondo punto vendita

  • Smantellata la rete che riforniva di droga la provincia di Chieti: arrestate 13 persone

Torna su
ChietiToday è in caricamento