Usb chiede la riorganizzazione dei turni e pause più lunghe: sciopero alla Sevel di Atessa

Il sindacato lamenta: "Non è stato preso in considerazione lo stress che subiscono i lavoratori per 8 ore con la mascherina in un ambiente chiuso"

Sciopero alla Sevel di Atessa, domani, nel turno A, dalle 18.15 alle 22.15. La protesta è indetta dalla Usb Abruzzo, che chiede di rimodulare i tempi di lavoro per garantire la salute e la sicurezza dei lavoratori. 

Durante il fermo produttivo, il sindacato aveva chiesto alla direzione aziendale di adottare una serie di misure "a tutela della salute dei lavoratori e altre volte a rendere il lavoro in fabbrica meno pesante".

In particolare, la proposta verteva sull'organizzazione di 4 turni lavorativi da 6 ore, dal lunedì al venerdì, e di uno da 6 ore il sabato mattina a parità di salario. Inoltre, il sindacato aveva chiesto l’aumento delle pause giornaliere, dal momento che lavorare con la mascherina può causare forte disagio e portare almeno i turni del sabato a due da 6 ore per permettere il recupero di 35 ore previsto per legge. 

"Ad oggi - lamenta l'Usb - dobbiamo, purtroppo, prendere atto che se alcune cose sono state fatte per ridurre il rischio di contagio invece i carichi di lavoro e le turnazione non hanno subito nessun cambiamento di modalità e si continua a lavorare su 6 giorni, compreso il sabato pomeriggio, e soprattutto non è stato minimamente preso in considerazione lo stress che subiscono i lavoratori per 8 ore con la mascherina in un ambiente chiuso senza la possibilità di recupero fisico e con la paura comunque di poter essere contagiati. Il protocollo d’intesa firmato con Fca dai sindacati sottoscrittori del contratto collettivo specifico, più la Fiom, prevede tante incombenze e peculiarità a carico dei lavoratori senza che vi siano misure che riducano la fatica e lo stress psicofisico, anzi avviene il contrario".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Usb chiede all'azienda di "rivedere la turnazione imposta, di valutare le nostre proposte di riduzione degli orari di lavoro, al ritorno del regime di pause di 40 minuti totali al giorno e a prevedere tempi di lavoro compatibili con il disagio dell’uso della mascherina. Invitiamo i lavoratori a partecipare alla protesta perché non tutto va bene".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore improvviso in casa, muore a 39 anni tecnico informatico

  • In Abruzzo arrivano i Condhotel, stanze d'albergo vendute ai privati

  • L'Abruzzo scelto per la sperimentazione dell'app Immuni con Liguria e Puglia, si parte a giugno

  • Paglieta in lutto per Antonella, mamma di tre bambini scomparsa a 34 anni

  • Smantellata la rete che riforniva di droga la provincia di Chieti: arrestate 13 persone

  • Decathlon investe in provincia di Chieti: apre un secondo punto vendita

Torna su
ChietiToday è in caricamento