Inciampano e cadono nella scala mobile: due uomini feriti

Un uomo di 62 anni e uno di 93 percorrevano, in discesa, la gradinata fissa all’interno della scala mobile che collega il terminal degli autobus al centro di Chieti

Due uomini sono rimasti feriti nella tarda mattinata di ieri dopo essere caduti accidentalmente mentre percorrevano, in discesa, la gradinata fissa all’interno della scala mobile che collega il terminal degli autobus al centro di Chieti.

Il fatto è avvenuto lungo la rampa alla quale si accede dall’ingresso ubicato a monte dell’impianto. Il primo a cadere è stato un uomo di 62 anni che potrebbe aver perso l’equilibrio mentre stava superando un pedone che lo precedeva.

Pochi istanti dopo un 92enne che stava sopraggiungendo è inciampato ed è a sua volta caduto. Entrambi trasportati in codice rosso all'ospedale di Chieti dopo l'arrivo di 118, adesso sono fuori pericolo: l'anziano teatino è ancora ricoverato, mentre l'altro ferito - residente a Francavilla - ha riportato dieci giorni di prognosi.

Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco e la Polizia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dolore e sgomento per la morte di Ottavio De Fazio, il motociclista caduto durante un'uscita

  • Impiegata positiva al Covid-19, chiude ufficio postale di Francavilla al Mare

  • Schianto mortale lungo la Tiburtina: motociclista di Chieti perde la vita

  • I benefici del fitwalking, la camminata veloce che fa perdere peso

  • SpaceX sui cieli di Chieti: emozione per il lancio della navicella nello spazio

  • Ex carabiniere ucciso con tre colpi di pistola: caccia all'assassino e al complice che l'ha aiutato a fuggire

Torna su
ChietiToday è in caricamento