Sequestro dei macchinari dopo l'incidente mortale sul lavoro, blocco forzato alla Sevel

La procura ha messo i sigilli al macchinario Fca di Cassino, dove il 1° ottobre è morto un operaio, dunque in Abruzzo non arrivano i macchinari per l'assemblaggio del Ducato

Stop forzato fino alle ore 22 di lunedì 14 ottobre alla Sevel di Atessa. Il fermo è stato determinato dal mancato arrivo del materiale per l'assemblaggio del furgone Ducato, dopo il sequestro dei macchinari dello stabilimento Fca di Cassino, disposto dalla procura del luogo nel corso delle indagini sull'incidente in cui è morto l'operaio 40enne Fabrizio Greco, il 1° ottobre scorso.

Il fermo produttivo in Sevel è scattato venerdì ed è stato confermato anche per i turni di sabato e lunedì. Lo stop ha determinato la chiusura anche delle fabbriche dell'indotto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al momento, lo stabilimento dovrebbe riprendere le attività martedì.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, un'intera famiglia contagiata a Lanciano: hanno partecipato al funerale a Campobasso

  • Vasto e Chieti piangono la scomparsa del professor Domenico Rossi, morto a 50 anni per un malore

  • Estate 2020: in spiaggia con la mascherina, sotto l'ombrellone a 1 metro di distanza. Come si andrà al mare

  • Oggi sposi, nonostante il Coronavirus: Jessica e Francesco si sono sposati a Chieti in attesa dei loro gemellini

  • Coronavirus: nessun nuovo caso in provincia di Chieti, ma c'è una persona morta

  • Paglieta in lutto per Antonella, mamma di tre bambini scomparsa a 34 anni

Torna su
ChietiToday è in caricamento