Sciopero autisti, La Panoramica: "Rivendicazioni infondate, servizio in piena osservanza delle leggi"

L’azienda del trasporto pubblico urbano replica alle organizzazioni sindacali punto per punto. Ieri lo sciopero e il sit in di lavoratori e sindacati per protestare contro tempi di percorrenza inadeguati, ricollocazione del personale inidoneo e altri temi

Dopo lo sciopero e il sit in di lavoratori e sindacati del trasporto pubblico per protestare anche contro alcune criticità nella Panoramica quali tempi di percorrenza inadeguati, ricollocazione di personale inidoneo, disdetta dell’accordo sull’indennità di presenza, l’azienda del trasporto pubblico urbano replica alle organizzazioni sindacali degli autoferrotranvieri punto per punto e parla di rivendicazioni “infondate e comunque prive di qualsiasi pregio giuridico in quanto il servizio che noi assicuriamo viene svolto nella piena osservanza delle leggi e dei contratti”.

Per quanto riguarda l’accordo sull’indennità di presenza, la Panoramica fa sapere che lo stesso non è stato mai disdetto: “L’indennità non viene erogata da alcuni anni mancandone il presupposto e cioè il raggiungimento degli obiettivi economici fissati dall’accordo stesso a seguito delle pesantissime decurtazioni alle contribuzioni da parte della Regione Abruzzo a partire dal 2016”.

Invece sui tempi di percorrenza di ciascuna linea, unitamente alle soste retribuite, la società sostiene che costituiscano “una congrua e sufficiente combinazione per assicurare il servizio; se nel corso della giornata il traffico e la sosta selvaggia penalizzano la circolazione degli autoveicoli e quindi anche degli autobus, ciò non è assolutamente addebitabile alla scrivente”. 

E infine, per quanto concerne il personale inidoneo alla mansione propria “viene applicato ne più ne meno il trattamento previsto dalle leggi e dalla contrattazione degli autoferrotranvieri vigenti”.

Video | La protesta degli autisti 

Il gruppo di autoservizi urbani della città di Chieti rimarca il fatto che “sono le stesse organizzazioni sindacali degli autoferrotranvieri ad avere un atteggiamento di pervicace ostilità nei nostri confronti, sino alla violazione della normativa contrattuale, consistente nella mancata esigibilità nella nostra azienda di alcuni istituti pacificamente riconosciuti, dalle medesime oo.ss, in altre realtà aziendali, sia pubbliche che private, con ciò arrecando alla scrivente un pesante gravame gestionale frutto incontrovertibile ‘dei due pesi e due misure’ con cui le stesse intessono le relazioni sindacali”. 


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Al Comune di Ortona concorso pubblico per sette posti a tempo indeterminato

  • Accoltellata nel cortile di casa a Francavilla: non ce l'ha fatta Aliona Oleinic

  • Casoli, il mezzo agricolo gli trancia la gamba: agricoltore muore dissanguato

  • Dopo il cambio di sesso, Carmen Eleonor si racconta per combattere i pregiudizi

  • Visite fiscali 2019: gli orari e le ultime novità targate Inps

  • Pensionato a spasso col cane trova un chilo e mezzo di eroina nel parco

Torna su
ChietiToday è in caricamento