Dalla Puglia arrivavano sulla costa teatina per rifornire il mercato nero del pesce, sequestrati più di 800 ricci

La Guardia costiera li teneva sotto controllo da diverse settimane, finché non hanno organizzato un blitz a Rocca San Giovanni. L'organizzazione era ben collaudata, con tanto di sentinelle che comunicavano con i sub

La Capitaneria di Porto di Ortona ha sequestrato nella notte oltre 800 ricci di mare ad un’organizzazione di pescatori abusivi provenienti dalla provincia di Barletta-Andria-Trani, che da tempo faceva razzia di polipi e ricci di mare lungo la costa teatina, per rifornire il redditizio mercato nero del pesce in Puglia.

L’operazione è partita diverse settimane fa quando, a seguito di attività notturna dei militari della Guardia Costiera, in zone di difficile accesso, come calette rocciose e prive di strutture civili, erano state avvistate luci tra gli scogli, tipiche dei subacquei in pesca. 

In quella circostanza, però, erano state notate, a protezione dei pescatori, diverse sentinelle, appostate in punti di vedetta strategici, pronte a dare un segnale all’arrivo dei controllori. Tuttavia, mediante osservazioni in borghese dei movimenti dei sospettati, e dopo aver recuperato le targhe dei veicoli con cui erano soliti muoversi, avendo appurato gli orari e i giorni di maggiore attività, i marinai hanno organizzato un vero e proprio blitz, con 4 pattuglie dislocate, fin dal crepuscolo, in vari punti tra Fossacesia e Ortona, appostate in modo da anticipare l’arrivo dei pescatori. 

Così, con il primo buio, in località “Foce”, nel territorio di Rocca San Giovanni, hanno potuto osservare sia il posizionamento delle sentinelle, sia i contatti di queste con i subacquei. Usciti allo scoperto nel cuore della notte, quando il bottino di pesca era ormai acquisito, i militari hanno potuto verbalizzare i trasgressori colti in flagrante, e sequestrare tutto il prodotto pescato, circa 800 ricci e diversi chili di polipi, oltre all’attrezzatura utilizzata, in particolare bombole, pinne e pesi da sub.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Semmai hanno preso ricci e polpi, non polipi....

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Rifornivano la droga per i festini tramite messaggio Whatsapp: arrestata una coppia, un uomo denunciato

  • Sport

    Il Chieti vince in casa del Delfino Flacco ed è solo in vetta

  • Cronaca

    Bomba inesplosa e fatta brillare: evacuate Arielli, Crecchio e Poggiofiorito

  • Cronaca

    Teatini accoltellati fuori dalla discoteca a Pescara: indaga la polizia

I più letti della settimana

  • Shock a Ortona: donna violentata in spiaggia, l'aggressore viene fermato dai carabinieri

  • Viale Gran Sasso, vuole gettarsi dal viadotto: gli agenti lo salvano

  • Scontro frontale fra due auto, bloccato il tratto fra Chieti e Ripa Teatina

  • Le migliori scuole superiori a Chieti secondo Eduscopio: Masci e Savoia in vetta

  • Botte davanti al locale e spunta anche una mazza ferrata: cinque denunciati per rissa

  • Megalò, partono in sordina le strisce blu: solo dieci pagano il parcheggio

Torna su
ChietiToday è in caricamento