L'Osservatorio Nazionale Amianto: "Impennata di decessi correlati in Abruzzo"

Venti nuovi casi di mesotelioma dall'inizio dell'anno nella regione Abruzzo. Sabato 27 settembre la 1^ Conferenza regionale amianto a Vasto

Venti nuovi casi di mesotelioma dall’inizio dell’anno nella sola regione Abruzzo: dati che fanno segnare un’impennata dell’incidenza di questa gravissima patologia causata dall’esposizione all’amianto. L’allarme arriva dall’Osservatorio Nazionale Amianto che ha elaborato i dati epidemiologici relativi al territorio abruzzese da dove, negli ultimi mesi, stanno giungendo sempre più spesso segnalazioni di tumori e altre patologie che la medicina definisce asbesto-correlate.

Sabato 27 settembre, dall 9 al teatro Politema a Vasto, l’Osservatorio terrà la I Conferenza Regionale Contro l’Amianto.

“Se il Registro Mesoteliomi, istituito a partire dal 2003, riporta un numero di casi limitato, ovvero nove nel 2006, nove nel 2007 e quattro nel 2008, per gli anni successivi l’incidenza è aumentata in modo esponenziale, specialmente per quanto riguarda i tumori del polmone, quelli degli altri organi delle vie respiratorie, e anche quelli gastrointestinali e alle ovaie, per i quali il nesso causale con l’esposizione all’amianto non può essere disconosciuto” spiega Ezio Bonanni, presidente dell’Ona.

Le stime dell’associazione in base ai dati epidemiologici, nell'anno in corso fanno salire ad un centinaio il numero dei decessi causati dalle patologie asbesto-correlate nella sola Regione Abruzzo.

Sabato prossimo giuristi, esperti di diritto, medici e rappresentanti istituzionali analizzeranno il tema e raccoglieranno le segnalazioni dei cittadini. A Vasto ci saranno il professor Luciano Mutti, oncologo e presidente del Gime, Gruppo Italiano Mesotelioma e coordinatore del Dipartimento Terapia e Cura del Mesotelioma e Maurizio Ascione, pubblico ministero presso la Procura della Repubblica di Milano.

"La scelta di ospitare a Vasto la prima “Conferenza regionale amianto” abruzzese - commenta il consigliere regionale vastese Piero Smargiassi (M5S) - non è casuale: sono ormai trascorsi più di dieci anni da quel fatidico 2003, anno in cui giunsero prima la richiesta all'Inps di riconoscimento per l'esposizione ad amianto subita da lavoratori vastesi, poi l'esposto alla Procura della Repubblica per le morti accertate".

Potrebbe interessarti

  • Si cerca uomo scomparso questa mattina a Chieti

  • Voglia notturna di cornetto? Ecco le cornetterie aperte a Chieti

  • Ragno violino: cosa fare in caso di attacco

  • Roccamontepiano, la festa di San Rocco: tra culto e tradizione

I più letti della settimana

  • Tragedia in mare, morti i due ragazzi dispersi in zona Foro

  • Oggi l'ultimo saluto ad Alessandro e Federico, i fratellini annegati a Ferragosto

  • È morta Nadia Toffa, amica di Chieti e dell'Abruzzo

  • Ortona, due ragazzi dispersi in mare nella zona del Foro

  • La guida agli eventi del Ferragosto 2019

  • Incidente di un'acrobata durante il Macondo festival, pubblico con il fiato sospeso

Torna su
ChietiToday è in caricamento