Nonna uccisa a Bomba, l'autopsia conferma la morte per percosse

Eliane Grimount è morta poco dopo essere arrivata in ospedale. L'autopsia ha dimostrato che le lesioni sono compatibili con le percosse. Per la morte della donna è stato arrestato il nipote, accusato di omicidio volontario

L'esame autoptico sul corpo di Eliane Grimount, la 95enne di Bomba morta dopo essere arrivata in ospedale in stato precomatoso, ha dimostrato che le lesioni sono compatibili con le percosse. Per la morte della donna, di origini francesi, è stato dichiarato in arresto con l'accusa di omicidio volontario il nipote Emilio Teti, 40 anni,

L'autopsia è stata eseguita dal medico legale Pietro Falco questa mattina all'ospedale di Lanciano.

Secondo le accuse del pm Rosaria Vecchi, suffragate dall'ordinanza cautelare emesso sabato dal gip Massimo Canosa, il nipote avrebbe più volte picchiato la nonna perchè divenuto insofferente per doverla assistere. Più volte, secondo quanto riferito dai famigliari, l'uomo aveva alzato le mani contro la nonna. L'indagato è anche accusato di maltrattamenti ai danni della madre, che non l'ha mai denunciato.
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Diritto alle cure per la bimba autistica: il tribunale accoglie il ricorso

    • Video

      Atoms Chieti: 41 anni di passione per il softball

    • Economia

      Stato di agitazione alla Ops, mentre la Regione lascia nel limbo più di mille lavoratori

    • Cronaca

      Le pizze volanti di Andrea Trovarello stupiscono ai Soliti Ignoti

    I più letti della settimana

    • Incidente stradale ad Ancona: muore finanziere della provincia di Chieti

    • Perano, investito mentre attraversa la strada: muore a 53 anni

    • Si schianta contro un'automobile, centauro in gravi condizioni

    • Si è spento Vittorio Storto: fondò il bar Impero sul corso

    • Teatino evade dai domiciliari e si costituisce a Venezia: "Mia mamma è andata in Messico, meglio in carcere che solo"

    • Basta un clic per costruire il proprio albero genealogico: online c'è l'archivio Family Search

    Torna su
    ChietiToday è in caricamento