Caccia illegale: evitata mattanza di quaglie

Il personale del Corpo Forestale di Gissi ha sequestrato nel Medio Vastese cinque richiami illegali che i bracconieri usano per catturare e abbattere facilmente le quaglie

Gli strumenti sequestrati dai forestali di Gissi

La stagione venatoria si è aperta da pochi giorni e già i bracconieri senza scrupolo hanno cominciato a fare uso di richiami acustici a funzionamento elettromagnetico per attirare stuoli di quaglie nelle le ore notturne. L’uso di tali richiami  è vietato dalla legge.

Negli ultimi  servizi notturni il Corpo Forestale della Stazione di Gissi ha rinvenuto e sottoposto a sequestro penale cinque richiami illegali in esercizio nelle campagne dell’agro dei Comuni di San Buono, Carpineto Sinello e Palmoli. Evitato dunque l'assurdo sterminio, le apparecchiature sequestrate sono state poste a disposizione dell’Autorità Giudiziaria che provvederà a disporne la distruzione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sono in corso indagini per individuare i responsabili.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale nella notte: muore un giovane di 22 anni, ferita una donna [FOTO]

  • Ascanio Celestini, Lino Guanciale e gli Avion Travel: estate di grandi nomi a Guardiagrele

  • “Morti aspettando la cassa integrazione”: necrologi shock di CasaPound davanti alla sede Inps

  • Pestaggio fuori dal pub del centro: 23enne in ospedale con fratture al volto, caccia agli aggressori

  • Assegno familiare: tutti i requisiti per ottenerlo

  • Coronavirus: cinque nuovi casi oggi in Abruzzo, nessuno in provincia di Chieti, ma si registra un decesso

Torna su
ChietiToday è in caricamento