Caccia illegale: evitata mattanza di quaglie

Il personale del Corpo Forestale di Gissi ha sequestrato nel Medio Vastese cinque richiami illegali che i bracconieri usano per catturare e abbattere facilmente le quaglie

Gli strumenti sequestrati dai forestali di Gissi

La stagione venatoria si è aperta da pochi giorni e già i bracconieri senza scrupolo hanno cominciato a fare uso di richiami acustici a funzionamento elettromagnetico per attirare stuoli di quaglie nelle le ore notturne. L’uso di tali richiami  è vietato dalla legge.

Negli ultimi  servizi notturni il Corpo Forestale della Stazione di Gissi ha rinvenuto e sottoposto a sequestro penale cinque richiami illegali in esercizio nelle campagne dell’agro dei Comuni di San Buono, Carpineto Sinello e Palmoli. Evitato dunque l'assurdo sterminio, le apparecchiature sequestrate sono state poste a disposizione dell’Autorità Giudiziaria che provvederà a disporne la distruzione.

Sono in corso indagini per individuare i responsabili.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto in bilico sullo strapiombo, tragedia sfiorata in via della Liberazione

  • Il principe Alberto di Monaco in visita privata alle tenute Masciarelli

  • A fuoco camion che trasportava agrumi: chiusa l'autostrada tra Francavilla e Chieti

  • La troupe della Rai gira sulla Majella per la trasmissione di Alberto Angela

  • Le 4 migliori pasticcerie di Chieti secondo Tripadvisor

  • Sgominata la banda di spacciatori che maneggiava cocaina purissima e aveva legami con la camorra

Torna su
ChietiToday è in caricamento