Finestre, balconi e vetrine fiorite: ecco il concorso per abbellire Chieti

Rivolto a residenti e commercianti del centro storico e di piazzale Marconi, mira a riqualificare e promuovere gli spazi verdi, con l'esenzione sulla Tosap per chi dovesse occuparsi di aree pubbliche

Si chiama “Finestre, balconi e vicoli fioriti” il concorso indetto dal Comune, con la collaborazione di Confartigianato, rivolto a commercianti e privati per abbellire con i fiori il centro storico e piazzale Marconi. Si tratta di una competizione mirata non solo al rilancio estetico della città, ma anche a quello turistico. L'obiettivo è quello di favorire e premiare l'angolo decorato con più eleganza e buon gusto, con un premio speciale al concorrente che si sarà distinto per la caratterizzazione con l'uso di piante autoctone mediterranee. 

Il concorso si rivolge a quattro diverse categorie: davanzali e finestre, balconi e terrazzi, vicoli, vetrine, tutti dislocati fra il centro storico e piazzale Marconi. Da oggi (lunedì 2 maggio) fino a domenica 5 giugno ci si può iscrivere per creare il più bel decoro floreale della città. Basta ritirare il modulo cartaceo nelle sedi del Comune, presso fioristi o garden center che collaborano con l’iniziativa o scaricarlo dal sito www.chietitempolibero.eu o sulla pagine Facebook Chietitempolibero. Nella settimana fra il 20 e il 25 giugno una giuria di esperti valuterà le decorazioni in concorso, e i vincitori, un podio per ognuna delle quattro categorie, verranno premiati il 2 luglio. 

L’iniziativa, alla sua prima edizione, è stata presentata questa mattina in Comune dal sindaco Umberto Di Primio, l’assessore alle Manifestazioni, Antonio Viola, la presidente della Commissione Turismo, Sport e Tempo Libero Maura Micomonaco, il presidente della Commissione Statuto e Regolamento Maurizio Costa, e il Presidente di Confartigianato Chieti, Claudio Di Marzio. 

Nel corso della conferenza stampa, Di Primio non ha risparmiato critiche al vetriolo verso alcuni manifestini comparsi in questi giorni in città: su uno sfondo listato a lutto, vi si legge “Sul piano commercio a Chieti non fiori, ma opere fatte bene”. Il sindaco ha parlato di “gufi” che preferiscono esporre fiocchi neri a lutto o piangersi addosso”.  

“Il messaggio che intendiamo veicolare – ha spiegato la consigliera Micomonaco, promotrice del concorso – non è legato esclusivamente alla valorizzazione degli aspetti estetici ma anche al rispetto per l’ambiente, alla pulizia e alla cura degli spazi verdi, per far sì che Chieti si presenti nel migliore dei modi agli occhi dei visitatori. In tal senso, il concorso svolge anche un ruolo educativo e di sensibilizzazione. Gli allestimenti che dovessero occupare aree pubbliche usufruiranno dell’esenzione della Tosap. Un premio speciale sarà riservato a quanti utilizzeranno piante autoctone mediterranee. Rivolgo, pertanto, un invito a cittadini e commercianti a partecipare per dimostrare che “a Chieti si può fare”.

Potrebbe interessarti

  • Si cerca uomo scomparso questa mattina a Chieti

  • Si cerca uomo scomparso questa mattina a Francavilla al Mare

  • Roccamontepiano, la festa di San Rocco: tra culto e tradizione

  • 10 consigli per smettere di fumare

I più letti della settimana

  • San Vito Chietino, identificato l’uomo trovato morto

  • Oggi l'ultimo saluto ad Alessandro e Federico, i fratellini annegati a Ferragosto

  • Più di 20 mila posti di lavoro in Abruzzo: per un terzo si cercano figure introvabili

  • L'auto si sfrena e rischia di travolgere i visitatori del mercatino, ma una giovane coraggio la blocca

  • Cadavere di un uomo fra la vegetazione: è giallo a San Vito Chietino

  • Atessa, donna trovata morta nel bagno di casa in una pozza di sangue

Torna su
ChietiToday è in caricamento