Banda dei furti faceva le prove e si preparava all'azione: tutti denunciati

I carabinieri trovano giraviti, tubi di ferro, piedi di porco, guanti e passamontagna in possesso di una banda di giovani romeni che si apprestava a compiere furti tra Roccaspinalveti e San Buono

arnesi da scasso (immagine di repertorio)

Quattro romeni sono stati denunciati la scorsa notte dai carabinieri con le accuse di tentato furto aggravato e possesso ingiustificato di arnesi da scasso.

I militari di Roccaspinalveti e San Buono erano sulle loro tracce da quando i proprietari di alcuni bar del posto, diverse ore prima, li avevano avvertiti della presenza di quattro stranieri i quali, a bordo di una Alfa 156, “erano entrati nei loro bar e avevano mostrato un particolare interesse per le slot machine, le macchinette cambia soldi e i biglietti del gratta e vinci”.

La banda si preparava a mettere a segno furti: già nel tardo pomeriggio di ieri aveva ‘fatto le prove’ tentando, con scarso successo, un colpo in villa a Roccaspinalveti.  Messi in fuga dai proprietari di casa, gli stessi avevano anche tentato di asportare una Mercedes SW classe ma anche in questo caso avevano dovuto desistere

I romeni, tutti incensurati, di età compresa tra i 23 e i 29 anni, abitanti a Casalbordino, sono stati trovati in possesso di giraviti, tubi di ferro, piedi di porco, tronchesi di grosse dimensioni, torce, guanti e passamontagna. Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria  i quattro sono stati tutti denunciati a piede libero per i reati di tentato furto aggravato e possesso ingiustificato di strumenti atti ad offendere.  

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Al Comune di Ortona concorso pubblico per sette posti a tempo indeterminato

  • Schianto nel cuore della movida dello Scalo: automobile travolge una moto

  • La migliore colazione è a Chieti, premiata l'eccellenza di Manuela Bascelli

  • Casoli, il mezzo agricolo gli trancia la gamba: agricoltore muore dissanguato

  • Va a prendere il figlio a scuola e viene investito in pieno centro

  • Sequestro dei macchinari dopo l'incidente mortale sul lavoro, blocco forzato alla Sevel

Torna su
ChietiToday è in caricamento