Arrestato l'uomo che aveva devastato l'Harri's hotel: "Può colpire ancora"

Il 50enne teatino autore del raid vandalico nella notte di Halloween aveva già compiuto azioni simili in città nei mesi precedenti

È finito in manette il 50enne teatino denunciato quasi un mese fa per il raid vandalico all'hotel Harris di Chieti, messo a segno la notte del 31 ottobre scorso. L'uomo è stato arrestato dagli agenti della squadra mobile della questura di Chieti, in esecuzione di un ordine di custodia cautelare in carcere emesso dal gip Isabella Maria Allieri, su richiesta del pm Lucia Campo, per l'accusa di danneggiamento aggravato.

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, infatti, oltre ad aver distrutto l'albergo di Sant'Anna, nei mesi precedenti l'uomo si sarebbe reso responsabile di altri episodi simili, seppure meno gravi. A marzo, era stato arrestato per aver cercato di appiccare il fuoco all'ingresso di un bar di piazza Garibaldi, con un cumulo di carta e cartone. Poco dopo, aveva incendiato le buste dell'immondizia posizionate davanti ad alcune abitazioni di via De Lollis e via Pellicciotti, al centro di Chieti, causando danni ai portoni dei palazzi. Infine, in via Valignani, aveva appiccato il fuoco a due contenitori di plastica contenenti rifiuti di carta. Considerati i vari episodi, le manette sono scattate per il pericolo di reiterazione della condotta. 

La notte di Halloween, dopo aver forzato il sistema elettronico di accesso all'Harri's hotel, l'uomo aveva sfondato diverse porte, per poi mettere a soqquadro le stanze. Non contento, aveva anche consumato alcuni alcolici all'interno della struttura. Inizialmente, si era pensato a un gruppo di vandali, ma poi le immagini della videosorveglianza avevano inequivocabilmente svelato l'identità del 50enne teatino. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, famiglie in isolamento a Pescara dopo contatti con contagiati

  • Coronavirus, l'ordinanza della Regione Abruzzo: chi torna da zone a rischio deve comunicarlo al medico

  • Coronavirus, riunione operativa in Regione: obbligo di isolamento per chi ha avuto contatti con le zone rosse

  • Coronavirus, primo caso in Abruzzo: paziente positivo al primo test ricoverato a Teramo

  • Coronavirus: 17enne in isolamento all'ospedale di Vasto, è appena tornata da Padova

  • Coronavirus: sarà trasferito allo Spallanzani il primo paziente positivo in Abruzzo

Torna su
ChietiToday è in caricamento