Arrestato il giovane che ha accoltellato un coetaneo a Lanciano, il ferito resta in prognosi riservata

Si tratta di L.G., 21 anni, del posto, ora agli arresti domiciliari. Altri due ragazzi sono indagati per rissa

È stato arrestato il giovane che all'alba di martedì, nel centro di Lanciano, ha accoltellato un coetaneo intervenuto per sedare una lite. Si tratta di L.G., 21 anni, di Lanciano, arrestato stamani dai carabinieri per lesioni aggravate, rissa, porto abusivo di arma di taglio. Il provvedimento è stato emesso dal gip Massimo Canosa, su richiesta del sostituto procuratore Francesco Carusi. 

Le indagini dei carabinieri di Lanciano, diretti dal capitano Vincenzo Orlando e dal tenente Massimo Canale, hanno permesso di ricostruire quanto accaduto in quelle ore. Tre giovani, hanno iniziato a litigare per futili motivi, forse anche annebbiati dall'alcol. All'improvviso, il ferito sarebbe stato colpito all'addome sinistro da L.G. con un coltello a serramanico. Il ferito, portato in ospedale dagli amici, è stato operato al Renzetti di Lanciano ed è tuttora in prognosi riservata.

L.G. è stato posto agli arresti domiciliari perché secondo gli investigatori sussisterebbe il pericolo di fuga, visto che negli ultimi giorni si era reso irreperibile, e perché la sua condotta violenta apparirebbe esagerata e ingiustificata. Anche gli altri giovani che hanno partecipato alla rissa risultano indagati. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Cerca di partire con un documento falso e si finge incinta: arrestata all'aeroporto

  • Salute

    Avis: in aumento i donatori di sangue a Chieti, quasi tremila sacche raccolte

  • Attualità

    Le telecamere di Geo alla scoperta di Rocca San Giovanni e della Costa dei trabocchi

  • Economia

    Inps senza presidente, l'Usb: "A rischio quota 100 e reddito di cittadinanza"

I più letti della settimana

  • Shock all'ospedale: paziente cade dall'undicesimo piano del SS. Annunziata

  • Ex campione di atletica leggera muore lanciandosi dalla finestra dell'ospedale: la procura apre un'inchiesta

  • Si è spento all'improvviso Claudio Micomonaco, impiegato del Comune di Chieti

  • Il ponte che collega Cepagatti a Chieti è pericoloso: scatta la chiusura

  • Giacomo Belli da Chieti ad Amazon: "Vorrei che ci fossero più opportunità per i ragazzi che oggi crescono qui"

  • Acqua di pozzo per la produzione di conserve e condizioni igieniche precarie: stop all'attività di una ditta

Torna su
ChietiToday è in caricamento