Tutto esaurito per lo spettacolo di solidarietà con Giò Di Tonno e i 4 santi

Il ricavato è andato all'Agbe, la costruzione di una seconda casa alloggio nella quale poter ospitare gratuitamente i genitori dei bambini in cura all’ospedale Spirito Santo di Pescara

Quasi tutto esaurito, con poltrone occupate perfino nel loggione, per la seconda edizione del concerto di beneficenza “Si Fa Sol…idarietà!” che venerdì ha animato il Supercinema di Chieti. L’evento è stato promosso dall’associazione di orientamento musicale Giacomo Puccini, con la direzione artistica del maestro Loris Medoro, anima e motore della riuscitissima manifestazione. Quest’anno il ricavato è andato a favore dell'Agbe, Associazione Genitori Bambini Emopatici di Pescara, per la costruzione di una seconda casa alloggio nella quale poter ospitare gratuitamente i genitori dei bambini in cura all’ospedale Spirito Santo di Pescara.

Il pubblico ha accolto con pieno entusiasmo l’iniziativa che, per il secondo anno, ha portato in scena la solidarietà, con la partecipazione di tre cori, tutte realtà d’eccellenza della città di Chieti: i Gospel Sound Machine, diretti dal maestro Paolo Zenni, i giovanissimi del Coro del Convitto Nazionale Gian Battista Vico e il Coro Giacomo Puccini, questi ultimi entrambi diretti dal maestro Medoro. 

Tre ore di grande musica, risate e tante emozioni, durante le quali sono saliti sul palco anche importanti artisti del calibro di Giò Di Tonno, che ha incantato la platea regalando una magistrale interpretazione del brano “Cento fontanelle”, dedicato all’Aquila nel decennale del terremoto, e che ha fatto divertire con le sue imitazioni di Franco Califano, Louis Armstrong e l’immancabile Riccardo Cocciante. Da brivido la sua esecuzione di “Bella”, dal celebre musical “Notre Dame de Paris”.

A strappare più d’una risata sono stati i 4 Santi, gruppo comico teatino diventato celebre con il video “Storia di un vegano in Abruzzo”, che ha già raggiunto quasi un milione di visualizzazioni. Il gruppo è composto da Valerio Vespucci, Marco Di Lillo, Giovanni Adriani e Christian Ippolito. Con la loro energia sono riusciti a coinvolgere il pubblico perfino in una coreografia sulle note di una delle loro parodie più famose. La serata, condotta da Kristine Maria Rapino, si è conclusa con una sorprendente esecuzione a cori riuniti della celebre aria del “Nessun dorma”, dalla “Turandot” di Giacomo Puccini.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta in curva: arrivano i vigili del fuoco per estrarre il conducente dalle lamiere

  • Alcol e droga, strage di patenti: la Polstrada ne ritira 8 in una notte

  • La Nottata lancianese e la notte bianca dello Scalo: il programma del weekend

  • Piante di marijuana alte due metri lungo il fiume Pescara: arrestati padre e figlio

  • Fuma una "canna" con gli amici alla villa, ma ha 12 dosi di marijuana nel marsupio: denunciato

  • Ciclista originario della provincia di Chieti muore a Roma dopo essere stato investito

Torna su
ChietiToday è in caricamento