Ricordi sonori e musicoterapia per gli ospiti della Casa del sole di Orsogna

Progetto di servizio civile promosso dal Comune rivolto a persone affette da decadimento cognitivo

Ricordi sonori e musicoterapia per stimolare e favorire la socializzazione delle persone affette da decadimento cognitivo: è il progetto gestito dai volontari del Servizio civile e rivolto agli ospiti del residence per anziani “La casa del sole” di Orsogna. L’iniziativa è stata condivisa con un’apposita convenzione tra il Comune e la struttura di via Torre Pellegrina. 

La ricostruzione di canzoni che le persone anziane conoscono, tra ritmo, melodia e testo attraverso l’uso di strumenti musicali; balli e danze coreografiche, in una successione di tempi stabile e regolare. Quattro ore a settimana. "Aiuterà i pazienti a far emergere le loro emozioni - dice il sindaco Montepara - attraverso il suono e la voce, favorendone la capacità di esprimersi e la creatività".

Il progetto sarà curato da Arianna de Camillis e Giada Della Pelle, operatori volontari che si occupano del “Servizio anziani” nell’ambito del Servizio civile attivato per il secondo anno dal Comune di Orsogna.

Potrebbe interessarti

  • Addio Contessa: il cane di quartiere che viveva in via Gran Sasso muore dopo un investimento

  • Teli e canotti per prevenire i danni della grandine: l'ingegno degli abruzzesi fa il giro del web

  • 4 pizzerie in provincia di Chieti, tra sapori tradizionali e sperimentazioni gourmet

  • Centro invaso per la camminata della salute - LE FOTO

I più letti della settimana

  • Dramma a Francavilla: cade dal secondo piano e muore a 38 anni

  • Morto davanti agli occhi dei familiari dopo una lite in strada a Pescara, la vittima era di Tollo

  • Si scontra con un'auto durante un sorpasso, gravissimo un motociclista di 26 anni

  • Forte grandinata a Francavilla, numerosi i danni segnalati [FOTO - VIDEO]

  • Incidente sul lavoro a Chieti Scalo: un uomo è in gravi condizioni

  • Sorpresi con 2 chili e mezzo di eroina in via Ettore Ianni: spacciatori finiscono in carcere

Torna su
ChietiToday è in caricamento