Fallo. un evento per ricordare come si arrivò alla 2^ guerra mondiale

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

Venerdì 2 agosto a Fallo (Ch) alle ore 18.00 presso Largo Colle Rosso ci sarà un importante incontro con il Dott. Enzo Antonio Cicchino, scrittore, programmista e regista de "La Grande Storia" di RAI 3 per approfondire l'iter storico-culturale che portò alla Seconda Guerra Mondiale. Si parlerà delle motivazioni profonde e dei principali avvenimenti che animarono il conflitto bellico e del ruolo che ebbero gli abitanti di Fallo (Ch), un piccolo borgo della Val di Sangro, nelle vicende che si verificarono tra il 1939 e il 1945. Durante l'evento si ricorderà la "Linea Gustav" (o "Linea invernale") ovvero una linea fortificata difensiva approntata in Italia con disposizione di Hitler del 4 ottobre 1943 dall'organizzazione Todt durante la campagna d'Italia nella seconda guerra mondiale. Questa linea divideva in due la penisola italiana: a nord il territorio in mano alla Repubblica Sociale Italiana e alle truppe tedesche, a sud gli Alleati; si estendeva dalla foce del fiume Garigliano, al confine tra Lazio e Campania, fino a Ortona, comune costiero a sud di Pescara, passando per Cassino, nel frusinate, le Mainarde, gli Altopiani Maggiori d'Abruzzo e la Majella. La sua funzione, che sfruttava il tratto più stretto della penisola italiana e gli ostacoli naturali costituiti dalle montagne appenniniche, era quello di ritardare l'avanzata degli Alleati e di tenerli impegnati affinché non potessero rinforzare la pressione sui fronti orientale e settentrionale. Venne sfondata il 18 maggio 1944, a fronte dell'avanzata alleata e i tedeschi si dovettero attestare sulla linea Hitler, posta poco più a nord. In questo incontro Interverranno: - il Dott. Enzo Antonio Cicchino, scrittore, programmista e regista de "La Grande Storia" di RAI 3; - Alfredo Pierpaolo Salerno, Sindaco del Comune di Fallo; - il Dott. Francesco Castracane, Presidente dell'Associazione Culturale "Alceste De Lollis"; - il Dott. Roberto Colella, Assessore al Marketing territoriale del Comune di Fallo; - la Dott.ssa Annarita Di Paolo, Filosofa e Consigliere Comunale di Fallo; - gli abitanti di Fallo che hanno vissuto in prima persona il periodo bellico.

Torna su
ChietiToday è in caricamento