Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Prendiamo in giro l’abruzzese che non vive senza carne”: i 4 Santi (teatini) pronti a spopolare sul web

 

Trippa alla pennese, coniglio alla chietina, pecora alla callara, patate maritate…com’è difficile la vita per un vegano in Abruzzo se i ristoranti non sono preparati! E c’è anche il rischio, dopo una serata a stomaco vuoto, di essere presi a male parole. Ironizzando sull’incapacità dell’abruzzese medio di ricevere a tavola un ospite che non consuma carne, pesce, uova e latte, quattro giovani teatini hanno realizzato un divertente video ad alto tasso di abruzzesità che sul web sta avendo un successo inaspettato. Circa 122 mila visualizzazioni, tremila condivisioni e tantissimi ‘like’ solamente sulla fanpage su Facebook dei 4 Santi: quattro teatini doc che arrivano dalle esperienze più disparate anche nel campo del doppiaggio e della regia.

Loro si chiamano Valerio Vespucci, Giovanni Adriani, Marco Di Lillo e Christian Ippolito tutti autori e attori, tranne l’ultimo che cura la regia. “Storia di un vegano in Abruzzo”, questo il titolo del video che sta girando sul web, e dove compare anche Daniela Polimeno, è nato per gioco. “Non ci aspettavamo tutte queste reazioni – racconta Vespucci – abbiamo cominciato da luglio tra amici a caricare i video sulla nostra fanpage. Adesso ci piacerebbe iniziare a proporre degli spot alle aziende, ma sempre in chiave comica".

Non c’è il rischio di scimmiottare Maccio Capatonda & company? “Maccio lo considero il mio maestro – risponde Christian Ippolito, che ha lavorato alle riprese di "Omicidio all’italiana", l’ultimo film di Capatonda girato a Chieti –assieme a Enrico Venti mi ha insegnato tutti i segreti dietro la cinepresa,  ma il nostro stile è differente. Se in un primo momento  tecnicamente può sembrare simile, dal punto di vista creativo siamo totalmente diversi. E poi Maccio è inimitabile”.  A breve sarà pronto il canale YouTube con i primi divertenti lavori del simpatico quartetto che ha il merito di essere riuscito, per una volta, a far ridere senza offendere nessuno, vegani e carnivori.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ChietiToday è in caricamento