rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
/~shared/avatars/44386475048665/avatar_1.img

Cristiana

Rank 2.0 punti

Iscritto sabato, 26 gennaio 2013

Via dei Vestini abbandonata e poco curata, la denuncia di Febo

"Anche nel Villaggio del Mediterraneo e in Strada dell'Acquedotto si vive il disagio della mancanza di mezzi pubblici, di zone verdi incolte e di sensi di marcia non rispettati dalle autovetture. Molti sono gli studenti che abitano la zona e che sono costretti a lunghi tratti a piedi lungo strade poco curate e controllate. L'accesso al Villaggio dalla traversa prima del sottopassaggio di Via dei Vestini è regolarmente percorso contro mano dalle autovetture. L'intero Villaggio è poco valorizzato e rischia di divenire uno dei tanti quartieri periferici abbandonati a se stessi. Anche l'area che doveva essere adibita a verde pubblico con annesso campetto polifunzionale è completamente abbandonata ed incolta. Un quartiere dai grandi potenziali per la zona scalina ma completamente dimenticato dall'amministrazione."

5 commenti

Chieti Solidale, assunta la figlia della direttrice: Udc chiede annullamento

"Ma sono pure stolti oltre che disgustosi! Altrove fanno almeno i finti concorsi con candidato già scelto e così si parano il... la meritevole forse non avrebbe avuto meriti neanche così... era necessario evitare il confronto con chiunque!! Ma per favore!!! Controlliamo un po' le parentele in tutta la società!!!"

4 commenti

Nomine scrutatori: i consiglieri comunali contrari si difendono

"E ci mancava pure che "i soliti noti" non fossero neanche iscritti all'albo!!! Mi sembra il minimo per dare una parvenza di decenza!! E tra tanti nomi scritti sull'albo guarda caso vengono scelti quelli di conoscenti.. "ah, ecco qua questo si lo conosco, questo no andiamo avanti..." con quali criteri vengono iscritti allora i citadini all'albo? ordine di candidatura? professione? titolo di studio? Per favore trasparenza!!! Basta!! Ma se ci si aggiusta nel locale come si può sperare che chi va al governo non sistemi prima di tutto se stesso e il parentado? Con tutto quello che elezioni costano ai contribuenti almeno diventino un veicolo di solidarietà sociale... quei posti spettano a tanti padri di famiglia che hanno perso il lavoro, a giovani che non riescono ad inserirsi proprio nel mondo del lavoro... a tutti quelli per i quali quel piccolo contributo avrebbe rappresentato un piccolo respiro di sollievo! Che indignazione!!!"

3 commenti

Elezioni, il consiglio comunale dice no agli scrutatori scelti per sorteggio

"I citadini hanno bisogno di ritrovare fiducia nel sistema e invece il sistema continua a sistemarsi! Quante promesse, accordi, clientelismi devono caratterizzare ancora la vita politica? Più membri di un unico nucleo familiare, paenti, lavoratori che dovranno anche recuperare la giornata di lavoro... non si poteva pensare ai disoccupati, alle famiglie disagiate, agli studenti universitari. Solo in sicilia non si possono nominare parenti e affini fino al terzo grado... e già perchè lì c'è la mafia no? Eppure da qualche parte in Italia qualcuno dice no... http://gallipoli.lecceprima.it/polemiche-elezioni-gallipoli-18-aprile-2012.html"

11 commenti

Nomine scrutatori: i consiglieri comunali contrari si difendono

"Mi sarei aspettata una giustificazione più consona alle norme in vigore piuttosto che a citazioni wikipediche. La nomina degli scrutatori viene fatta sugli aventi diritto perchè presenti nell'albo specifico, quindi la chiamata diretta si riferisce al fatto che i nominativi siano effettivamente presenti nell'albo. I delegati delle liste dei candidati per l'elezione sia della Camera dei deputati che del Senato della Repubblica, hanno facoltà di designare due rappresentanti di lista che possano essere ammessi alle operazioni di voto come forma di controllo che tutto avvenga nella norma. I rappresentati di lista non coincidono con gli scrutatori. Peraltro mantenuto salvo il diritto alla segretezza del voto e la libertà di iscriversi o meno ad un partito, perché mai uno scrutatore dovrebbe essere segnalato in modo proporzionale ai voti di partito nella precedente elezione? Lo scrutatore deve garantire che tutto sia svolto secondo legge e non si deve in alcun modo far influenzare dalle proprie scelte politiche. Deve essere al di sopra delle parti. Un cittadino regolarmente inserito nell'albo come potrebbe mai essere nominato se non ha mai dichiarato il suo voto? L'art. 97 della nostra Costituzione stabilisce che la P.A. -e quindi anche la Commissione Elettorale Comunale- debba agire garantendo "il buon andamento e l'imparzialità" della sua azione applicando ulteriori criteri generali quali la lealtà di comportamento e la buona fede. Continuano invece a perdurare forme di clientelismo e partitocrazia che sono un affronto alla democrazia. Molti comuni hanno dato la precedenza a disoccupati, famiglie in condizioni di disagio, al fatto di scegliere un solo membro per famiglia... dando così grande esempio di civiltà e sostegno sociale. A Chieti che succede? Sempre gli stessi nomi, sempre le stesse famiglie, fratelli, sorelle, cugini... come cittadino mi sento indignata, presa in giro e a questo punto poco rassicurata sulla trasparenza degli scrutini."

3 commenti

Elezioni, il consiglio comunale dice no agli scrutatori scelti per sorteggio

"sono d'accordo con Antonella! L'elenco degli scrutatori, come avviene nei comuni più civilizzati, deve essere reso pubblico. A cosa è valso fare un bando per essere inseriti nelle liste per diventare scutatori o presidenti se poi non esistono criteri per stilare una graduatoria dei richiedenti?"

11 commenti

Camden Pub

"Ambiente accogliente e birre ricercate... un locale da non perdere!!!"

1 commenti

Yopì

"Il locale che mancava! Mega panini, fraganti pizzette e delizioso yogurt... il tutto condito dall'allegria del locale e dalla simpatia del personale!!!! Da non tralasciare la convenienza!!
Un posto in cui il cliente si sente veramente benvenuto e coccolato con deliziose prelibatezze!!! :D"

4 commenti

Via dei Vestini abbandonata e poco curata, la denuncia di Febo

"Anche nel Villaggio del Mediterraneo e in Strada dell'Acquedotto si vive il disagio della mancanza di mezzi pubblici, di zone verdi incolte e di sensi di marcia non rispettati dalle autovetture. Molti sono gli studenti che abitano la zona e che sono costretti a lunghi tratti a piedi lungo strade poco curate e controllate. L'accesso al Villaggio dalla traversa prima del sottopassaggio di Via dei Vestini è regolarmente percorso contro mano dalle autovetture. L'intero Villaggio è poco valorizzato e rischia di divenire uno dei tanti quartieri periferici abbandonati a se stessi. Anche l'area che doveva essere adibita a verde pubblico con annesso campetto polifunzionale è completamente abbandonata ed incolta. Un quartiere dai grandi potenziali per la zona scalina ma completamente dimenticato dall'amministrazione."

5 commenti

Chieti Solidale, assunta la figlia della direttrice: Udc chiede annullamento

"Ma sono pure stolti oltre che disgustosi! Altrove fanno almeno i finti concorsi con candidato già scelto e così si parano il... la meritevole forse non avrebbe avuto meriti neanche così... era necessario evitare il confronto con chiunque!! Ma per favore!!! Controlliamo un po' le parentele in tutta la società!!!"

4 commenti

Nomine scrutatori: i consiglieri comunali contrari si difendono

"E ci mancava pure che "i soliti noti" non fossero neanche iscritti all'albo!!! Mi sembra il minimo per dare una parvenza di decenza!! E tra tanti nomi scritti sull'albo guarda caso vengono scelti quelli di conoscenti.. "ah, ecco qua questo si lo conosco, questo no andiamo avanti..." con quali criteri vengono iscritti allora i citadini all'albo? ordine di candidatura? professione? titolo di studio? Per favore trasparenza!!! Basta!! Ma se ci si aggiusta nel locale come si può sperare che chi va al governo non sistemi prima di tutto se stesso e il parentado? Con tutto quello che elezioni costano ai contribuenti almeno diventino un veicolo di solidarietà sociale... quei posti spettano a tanti padri di famiglia che hanno perso il lavoro, a giovani che non riescono ad inserirsi proprio nel mondo del lavoro... a tutti quelli per i quali quel piccolo contributo avrebbe rappresentato un piccolo respiro di sollievo! Che indignazione!!!"

3 commenti

Elezioni, il consiglio comunale dice no agli scrutatori scelti per sorteggio

"I citadini hanno bisogno di ritrovare fiducia nel sistema e invece il sistema continua a sistemarsi! Quante promesse, accordi, clientelismi devono caratterizzare ancora la vita politica? Più membri di un unico nucleo familiare, paenti, lavoratori che dovranno anche recuperare la giornata di lavoro... non si poteva pensare ai disoccupati, alle famiglie disagiate, agli studenti universitari. Solo in sicilia non si possono nominare parenti e affini fino al terzo grado... e già perchè lì c'è la mafia no? Eppure da qualche parte in Italia qualcuno dice no... http://gallipoli.lecceprima.it/polemiche-elezioni-gallipoli-18-aprile-2012.html"

11 commenti

Nomine scrutatori: i consiglieri comunali contrari si difendono

"Mi sarei aspettata una giustificazione più consona alle norme in vigore piuttosto che a citazioni wikipediche. La nomina degli scrutatori viene fatta sugli aventi diritto perchè presenti nell'albo specifico, quindi la chiamata diretta si riferisce al fatto che i nominativi siano effettivamente presenti nell'albo. I delegati delle liste dei candidati per l'elezione sia della Camera dei deputati che del Senato della Repubblica, hanno facoltà di designare due rappresentanti di lista che possano essere ammessi alle operazioni di voto come forma di controllo che tutto avvenga nella norma. I rappresentati di lista non coincidono con gli scrutatori. Peraltro mantenuto salvo il diritto alla segretezza del voto e la libertà di iscriversi o meno ad un partito, perché mai uno scrutatore dovrebbe essere segnalato in modo proporzionale ai voti di partito nella precedente elezione? Lo scrutatore deve garantire che tutto sia svolto secondo legge e non si deve in alcun modo far influenzare dalle proprie scelte politiche. Deve essere al di sopra delle parti. Un cittadino regolarmente inserito nell'albo come potrebbe mai essere nominato se non ha mai dichiarato il suo voto? L'art. 97 della nostra Costituzione stabilisce che la P.A. -e quindi anche la Commissione Elettorale Comunale- debba agire garantendo "il buon andamento e l'imparzialità" della sua azione applicando ulteriori criteri generali quali la lealtà di comportamento e la buona fede. Continuano invece a perdurare forme di clientelismo e partitocrazia che sono un affronto alla democrazia. Molti comuni hanno dato la precedenza a disoccupati, famiglie in condizioni di disagio, al fatto di scegliere un solo membro per famiglia... dando così grande esempio di civiltà e sostegno sociale. A Chieti che succede? Sempre gli stessi nomi, sempre le stesse famiglie, fratelli, sorelle, cugini... come cittadino mi sento indignata, presa in giro e a questo punto poco rassicurata sulla trasparenza degli scrutini."

3 commenti

Elezioni, il consiglio comunale dice no agli scrutatori scelti per sorteggio

"sono d'accordo con Antonella! L'elenco degli scrutatori, come avviene nei comuni più civilizzati, deve essere reso pubblico. A cosa è valso fare un bando per essere inseriti nelle liste per diventare scutatori o presidenti se poi non esistono criteri per stilare una graduatoria dei richiedenti?"

11 commenti

Camden Pub

"Ambiente accogliente e birre ricercate... un locale da non perdere!!!"

1 commenti

Yopì

"Il locale che mancava! Mega panini, fraganti pizzette e delizioso yogurt... il tutto condito dall'allegria del locale e dalla simpatia del personale!!!! Da non tralasciare la convenienza!!
Un posto in cui il cliente si sente veramente benvenuto e coccolato con deliziose prelibatezze!!! :D"

4 commenti
ChietiToday è in caricamento