Venerdì, 29 Ottobre 2021
Sport Lanciano

Virtus Lanciano: Carlo Mammarella rossonero a vita

Il terzino è stato tolto ufficialmente dal mercato. Per lui si profila un ruolo dietro la scrivania una volta appesi gli scarpini al chiodo. Intanto scoppia il "caso Soddimo": Gautieri dice che nessuno glielo ha proposto, Delli Carri parla di trattativa già avviata

Carlo Mammarella e la Virtus si sono giurati amore eterno, in un ideale gemellaggio tra Pescara e Lanciano. Si, perchè il calciatore è originario del capoluogo adriatico, ma vive ormai stabilmente in terra frentana. E, a quanto pare, ci resterà ancora per diverso tempo: Mammarella, infatti, non sarà venduto (si era parlato di sirene leccesi e spezzine) e rimarrà in rossonero “a vita”, essendo ormai “incedibile”. Per lui si profila anche un importante incarico dietro la scrivania una volta che avrà deciso di smettere di giocare.

Carletto, per ringraziare di tutto questo affetto, ha dichiarato: "Vogliamo fare qualcosa di più bello e più importante della promozione in serie B”. Il terzino è un punto di riferimento per la Virtus, e non a caso è stato lui a siglare il primo goal della squadra nel torneo cadetto: è avvenuto a Padova, in occasione della prima di campionato. Intanto il tecnico Carmine Gautieri, terminato il ritiro a Galatina, è tornato a parlare di mercato: "Ho fatto precise richieste alla società - ha dichiarato - Chi prenderei tra Ciano e Plasmati? Tutti e due. Sono giocatori di qualità: se arrivassero entrambi, sarei l'uomo più felice del mondo".

Il nome caldo, però, in questo momento è quello di Danilo Soddimo, attaccante esterno destro del Pescara che l'anno scorso, con Zeman, ha disputato 20 partite e siglato 3 reti. A questo punto è giallo, in quanto il Gaucho ha affermato: "A me Soddimo non è mai stato proposto. Quando mi verrà proposto, dirò la mia su di lui". Invece, secondo il direttore sportivo del Pescara Daniele Delli Carri, la trattativa c'è ed è avviata: "Il Lanciano ci ha chiesto Soddimo e Chiaretti", ha sostenuto il ds biancazzurro.

Gautieri, tuttavia, continua a chiedere due attaccanti esterni mancini (uno già è arrivato: si tratta di Antonio Piccolo) e una punta centrale, oltre a un difensore. E non va dimenticato che l'allenatore della Virtus sarebbe "felice di allenare di nuovo Sarno", attualmente in forza alla Reggina.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Virtus Lanciano: Carlo Mammarella rossonero a vita

ChietiToday è in caricamento