rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Sport

Brescia Lanciano 2-1 due penalty condannano i frentani

Di Matteo illude i rossoneri poi una doppietta dal dischetto di Geijo sancisce la sconfitta. Espulso il capitano Mammarella

Sconfitta al Rigamonti per la Virtus Lanciano nel nono turno di campionato. Decisiva la doppietta di Geijo, con cui le rondinelle rimontano la rete al 33’ di Di Matteo. Episodio chiave l’espulsione in occasione del secondo penalty per fallo di Mammarella che viene espulso. Gli uomini di D’Aversa restano fermi a quota nove punti in classifica.

CRONACA

Il Lanciano scende in campo con il consueto schieramento a trazione anteriore. L’attacco è affidato al tridente Di Matteo-Ferrari-Di Francesco. I padroni di casa sono schierati con un 4-2-3-1.Il ruolo di punta è affidato Geijo con Morosini, Kupisz e Rosso a supporto.

Nei primi minuti si registra un’occasione per parte. Prima ci prova il Brescia con Geijo e subito dopo è Ferrari a cercare la via del gol con una conclusione dalla distanza che termina fuori. Al 23’ Paghera non riesce a superare Minelli che blocca il tiro del difensore rossonero. Al 30’ Amenta tenta il colpo acrobatico e per poco non trova la porta.

GOL DEL LANCIANO Al 33’ il Lanciano passa in vantaggio: colpo di classe di Ferrari che serve Di Matteo con il tacco, l’attaccante rossonero fredda Minelli con una rasoiata imparabile.

PAREGGIO BRESCIA Passano meno di 10 minuti e i padroni di casa trovano il pareggio. Fallo di Rigione  su Geijo in area. Il direttore di gara assegna il penalty che lo stesso Geijo trasforma.

SECONDO TEMPO

Nella ripresa il Brescia parte forte e mette gli uomini di D’Aversa alle strette.

RADDOPPIO BRESCIA Al 58’ Mammarella stende in area Embalo. E’ l’episodio che decide il match: espulsione per il capitano del Lanciano e secondo calcio di rigore che Geijo realizza ancora con freddezza.

Al 64’ le rondinelle sfiorano anche la terza rete con Morosini che coglie un clamoroso palo e all’82’ è sempre il palo a negare la gioia del gol a Caracciolo. Lanciano fermo a 9 punti nelle zone basse della classifica.

TABELLINO

BRESCIA (4-2-3-1): Minelli; Venuti, Caracciolo, Castellini, Coly; Dall’Oglio (45’ pt H’ Maidat), Martinelli; Kupisz, Morosini, Rosso (12’ st Embalo); Geijo (32’ st Caracciolo). A disp.: Arcari, Somma, Lancini, Abate, Camilleri, Marsura. All.: Boscaglia.
LANCIANO (4-3-3): Aridità; Pucino, Rigione, Amenta, Mammarella; Paghera (37’ st Marilungo), Crecco (30’ st Lanini), Ze’ Eduardo; Di Francesco (10’ st Piccolo), Ferrari, Di Matteo. A disp.: Casadei, Turchi, De Silvestro, Di Filippo, Vastola, Di Cecco. All.: D’Aversa.

ARBITRO: Martinelli di Roma. RETI: pt 33’ Di Matteo, pt 41’ Geijo, st 14’ Geijo. NOTE. Ammoniti: Rigione, Martinelli, Pucino, Di Matteo. Espulso: Mammarella. Allontanato dalla panchina D’Aversa per proteste. Angoli 3-2 per il Brescia. Recupero: pt 3’, st 4’.

CLASSIFICA SERIE B, nona giornata. Crotone 20 punti, Cagliari 19, Cesena 17, Livorno 16, Spezia 15, Pescara 15, Bari 15, Latina 13, Brescia 13, Trapani 13, Novara 12 (-2), Vicenza 11, Entella 11, Ascoli 10, Perugia 10, Modena 10, Lanciano 9, Salernitana 9, Pro Vercelli 8, Ternana 7, Avellino 7, Como 6.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brescia Lanciano 2-1 due penalty condannano i frentani

ChietiToday è in caricamento