menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spezia Lanciano 2-0: prima sconfitta per mister Maragliulo

I frentani soffrono nel primo tempo e vanno a riposo in svantaggio di una rete. Nella ripresa il match regala emozioni da una parte e dell'altra ma nel finale i liguri trovano il raddoppio con Acampora

Dopo due successi consecutivi, a La Spezia arriva la prima sconfitta del Lanciano guidato da mister Maragliulo. Un match che ha visto le due formazioni sfidarsi a viso aperto con i rossoneri, specialmente nella ripresa, alla chiara ricerca del gol del pareggio. Un gol per fuorigioco dubbio annullato a Ferrari e qualche altra buona occasione capitata sui piedi di Marilungo e Di Francesco rendono pitoosto amara la sconfitta. Lo Spezia passa in vantaggio dopo appena 7 minuti con un colpo di testa di Nenè. Nella ripresa, come detto, occasioni da entrambe le parti prima del gol che chiude il match firmato da Acampora nei minuti finali.
CRONACA
La Virtus parte bene e dopo 2 minuti ha l'occasione per passare in vantaggio:  disimpegno errato di Terzi sulla trequarti, Ferrari conquista il pallone e si invola verso Chichizola che non abbocca sul tentativo di dribbling e blocca l'attaccante rossonero.
VANTAGGIO SPEZIA Alla prima occasione lo Spezia passa in vantaggio: al 7’ Errasti vince un contrasto con Amenta e serve Migliore sulla sinistra, cross a centro area dove è ben appostato Nenè che di testa supera Cragno.
Al 12’ l'ex rossonero Piccolo impegna Cragno da pochi metri.
Al 18' ci prova Sciuadone dai venti metri ma la sua conclusione esce di poco alla destra del palo difeso da Cragno.
Al 26' il Lanciano risponde con un tiro dalla distanza di Ferrari ma anche la conlusione della punta rossonera termina a lato.
Al 39' Nenè cerca la seconda rete di gioranta ma Cragno devia sopra la traversa il suo colpo di testa.
SECONDO TEMPO
Appena un giro d'orologio e i padroni di casa hanno un'occasione clamorosa per il raddoppio: azione confusa in area, palla a Stium che calcia di destro a botta sicura e coglie un clamoroso palo.
Al 12'st viene annullato un gol alla Virtus:  punizione di Rocca dalla trequarti, sponda di Rigione e Ferrari da due passi mette dentro. Per la terna arbitrale la posizione di Ferrari è in fuorigioco.
Al 17’st ancora Lanciano pericoloso: azione prorompente di Vastola a centrocampo, assist in profondità per Di Francesco il cui sinistro viene neutralizzato da Chichizola.
Al 37’st è Marilungo ad avere la palla del pari ma, dopo aver saltato Chichizola non è rapido nella conclusione e si lascia soffiare la sfera da Terzi.
RADDOPPIO SPEZIA I liguri chiudono il match al 41’st.  Dribbling secco di Acampora in area e conclusione potente sotto la traversa che fa secco Cragno.

TABELLINO
SPEZIA (4-3-3): Chichizola; Valentini, Postigo, Terzi, Migliore; Pulzetti (15’ st Vignali), Errasti, Sciaudone (36’ st Acampora); A. Piccolo (31’ st Catellani), Nenè, Situm. A disp. Sluga, Saloni, Juande, Ciurria, Tamas, Antezza. All. Di Carlo.
VIRTUS LANCIANO (4-3-3): Cragno; Aquilanti, Rigione, Amenta, Salviato; Vastola (24’ st Turchi), Vitale, Rocca (19’ st Giandonato); Marilungo, Ferrari (29’ st Bonazzoli), Di Francesco. A disp. Casadei, Boldor, Bacinovic, De Filippo, Padovan, Di Matteo. All. Rizzo/Maragliulo.
Arbitro: Pairetto di Nichelino (assistenti Bellutti di Trento e Calò di Molfetta; quarto uomo Giovani di Grosseto).
Marcatori: 7’ pt Nenè; 41’ st Acampora.
Ammoniti Rocca, Valentini, Vastola, Salviato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scende l'Rt e Marsilio è fiducioso: "L'Abruzzo non sarà tutto rosso"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento