rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Sport Lanciano

Spezia-Lanciano 2-0 | L'Aquilotto si "Mangia" i frentani

La cura Devis Mangia fa bene allo Spezia, che in casa annienta 2-0 la Virtus grazie ai goal di Bovo ed Ebagua. I rossoneri restano inchiodati a quota 30 e subiscono il sorpasso del Pescara

Ci si aspettava una reazione da parte del Lanciano dopo la bruciante sconfitta in casa contro il Pescara, e invece anche a La Spezia è finita con un risultato negativo: 2-0 in favore della squadra ligure, sulla cui panchina debuttava Devis Mangia al posto dell'esonerato Stroppa.

UNA SQUADRA IN EMERGENZA - La Virtus voleva ripartire subito dopo la batosta rimediata nel derby, ma si è trovata ad affrontare lo Spezia in trasferta con uno spogliatoio decimato dalle squalifiche: il giudice sportivo ha infatti fermato Sepe, Di Cecco e Buchel, senza contare Mammarella, costretto ancora a scontare lo stop di tre turni. Mancavano inoltre per infortunio Amenta e Thiam. Mister Baroni si è affidato così alla vecchia guardia e ha rispolverato Aridità tra i pali. A proposito di portieri, nello Spezia milita l'ex Leali, decisivo l'anno scorso per la salvezza del Lanciano.

IL MATCH - I frentani si propongono subito in avanti con una giocata di Turchi, ma il pallone messo in mezzo attraversa tutta l'area senza che nessuno ne approfitti. Al 19′ ecco farsi sotto Piccolo: peccato che il suo tiro sia debole e venga perciò facilmente neutralizzato da Leali, che blocca a terra in sicurezza. Al 44', su punizione dalla destra di Piccolo, Vastola sale in elevazione e colpisce la sfera, che finisce sull'esterno della rete.

DUE GOAL IN CINQUE MINUTI - Lo Spezia sembra avere ancora difficoltà ad assimilare il "Mangia-pensiero" e il suo 4-4-2, ma durante la ripresa cambia nettamente volto e annienta la Virtus nel giro di cinque minuti: al 25' Bovo scarica dal limite un bolide imprendibile che, complice il palo alla destra di Aridità, si insacca nel sette senza pietà; al 30' Sammarco crossa per Ebagua, che non fallisce la ghiotta occasione. Finisce con il trionfo degli Aquilotti ma, soprattutto, con la debacle dei rossoneri, che restano inchiodati a quota 30 e devono anche subire il sorpasso del Pescara.

SPEZIA: Leali 6, Madonna sv (11’ pt Magnusson 5.5) Lisuzzo 6.5, Ceccarelli 6, Baldanzeddu 6, Rivas 6 (13’ st Bovo 7), Seymour 6.5, Sammarco 6.5, Carrozza 5.5, Sansovini 6 (37’ st Catellani sv), Ebagua 6.5

VIRTUS LANCIANO: Aridità 6, De Col 5.5, Aquilanti 6, Troest 5.5, Germano 5 (36’ st Ferrario sv), Vastola 6, Casarini 5.5, Paghera 5.5 (24’ st Minotti 6), Turchi 6.5, Falcinelli 5.5, Piccolo 6

RETI: Bovo 25' st, Ebagua 30' st

AMMONITI: Ceccarelli, Bovo, Ferrario, Ebagua

ARBITRO: Francesco Borriello di Mantova

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spezia-Lanciano 2-0 | L'Aquilotto si "Mangia" i frentani

ChietiToday è in caricamento