menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lo stadio Biondi riapre per la Prima Categoria: domenica c'è Marcianese-Scerni

L'ultimo incontro disputato nell'impianto frentano fu il 4 giugno scorso, quando la Virtus Lanciano, sconfitta dalla Salernitana, segnò il primo passo verso la retrocessione in Lega Pro, categoria a cui la squadra non si è mai iscritta

Otto mesi dopo l'ultima partita, lo stadio Guido Biondi di Lanciano riapre i battenti per l'incontro di Prima Categoria Marcianese-Scerni, in programma domenica (5 febbraio), alle ore 15. L'impianto avrebbe dovuto riaprire già nel mese di gennaio, per ospitare le partite casalinghe dei rossoneri, ma il maltempo ha rimandato di un mese l'esordio. 

L'ultimo incontro disputato al Biondi risale al 4 giugno dell'anno scorso, quando la Virtus Lanciano subì una sconfitta pesantissima con la Salernitana, muovendo così il primo passo verso la retrocessione in Lega Pro, sancita definitivamente quattro giorni dopo, a Salerno, con una nuova sconfitta nella gara di ritorno. Poi, dopo appena un mese, il finale più amaro: la società in liquidazione volontaria e la scomparsa della Virtus Lanciano, che per quattro anni aveva regalato alla città il sogno della serie B.

Da allora, è la Marcianese a portare avanti i colori rossoneri e lo farà anche domenica, nello stadio che molte gioie ha regalato ai frentani. Il biglietto d'ingresso costerà 5 euro, verrà riattivato il bar e tornerà anche lo speaker per annunciare le formazioni. All'ingresso sarà installato un gazebo dell'associazione Lanciano Rossonera per avere informazioni e raccogliere adesioni, e saranno in vendita le sciarpe realizzate dalla Marcianese in collaborazione con l'associazione.

"L'associazione Lanciano Rossonera - si legge in una note - invita tutti gli sportivi, i tifosi e i simpatizzanti a venire allo stadio fin da domenica per sostenere la squadra sulla quale stiamo cercando di ricostruire il calcio lancianese, dopo tutto quello che è successo nella scorsa estate. Stiamo lentamente e faticosamente cercando di riorganizzarci per riportare Lanciano il più possibile vicino alle categorie che siamo stati abituati a vedere nelle ultime stagioni: l'accordo tra l'associazione Lanciano Rossonera e la Marcianese Lanciano è stato un primo passo che sta dando i suoi frutti. Per andare avanti serve anche il sostegno di tutta la tifoseria, e il ritorno allo stadio della prima squadra della città è un ulteriore passo di questo cammino. Sostenere i ragazzi che difendono i colori di Lanciano nel campionato di Prima Categoria oggi significa anche dare il proprio apporto per far in modo che dalla prossima stagione, il club che prenderà il nome 'Lanciano 1920', possa militare nella categoria superiore".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Amaretti abruzzesi: cosa sono e la ricetta per prepararli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento