Sport Lanciano

Reggina Virtus 0-1 | Prima vittoria per il Lanciano nel segno di Mammarella

Trionfo dei frentani in trasferta a Reggio Calabria. Carlo sigla un gran goal al 14' mettendo la palla sotto l'incrocio dei pali. Leali para un rigore concesso a Ceravolo. Sabato a Pescara arriva il Modena

Una partita incredibile. Può (e deve) essere definita così Reggina-Virtus, che decreta finalmente la prima vittoria del Lanciano nel torneo cadetto. Gara dominata dagli uomini di Gautieri, che oltre a essere andati meritatamente in vantaggio grazie a una marcatura di Carlo Mammarella (come avvenuto a Padova nella prima di campionato), hanno anche evitato di subire un goal su rigore grazie a un super Leali. Ma andiamo con ordine.

A Reggio Calabria la Virtus inizia immediatamente a cercare il colpaccio, prima al 5' con un calcio d'angolo e poi al 7' con una punizione di Mammarella, ma in entrambi i casi il risultato è deludente. Al 12′ si fa vedere Fofana, che di testa prova a farsi largo tra due difensori: la palla, però, finisce sul fondo. Passano altri due minuti e i rossoneri prendono il volo: Mammarella, da 25 metri, la mette sotto l’incrocio dei pali, lì dove Facchin non può arrivare. E' 0-1 per gli ospiti.

La Reggina tenta di reagire, ma la squadra del Gaucho controlla la partita. Tutto a posto fino al 33', quando un fallo di Almici su Rizzato fa gelare il sangue ai frentani: l'arbitro, infatti, concede un rigore ai padroni di casa. Sul dischetto va Ceravolo, e Leali è bravo a intuire buttandosi sulla destra e parando il tiro del giocatore amaranto. 1-1 sventato miracolosamente. Al 36′ è ancora Lanciano: corner di Mammarella, deviazione di Facchin e palla che per poco non finisce in porta, andando a stamparsi sulla traversa. L'ultimo brivido prima della fine del primo tempo lo regala ancora Ceravolo al 46', facendo la barba al palo.

Si va al riposo sullo 0-1 per il Lanciano. Inizia la seconda frazione di gioco: da questo momento in poi la Virtus si chiude nella propria metà campo per difendere il risultato. Al 3′ Rizzo va alla conclusione, Paghera devia e la sfera finisce di poco sopra la traversa. Due minuti più tardi gran botta di Vastola, Facchin la butta in angolo e, sui successivi sviluppi dell'azione, sempre Vastola colpisce di testa mandando oltre la traversa. Al minuto 12 c'è una punizione per la Reggina, ma Sarno tira alto. E al 39′ Turchi rischia quasi di siglare il 2-0 nel tentativo (vano) di rubare palla a Facchin, uscito imprudentemente dall'area. Al 48′, quando ormai i giochi sono fatti, la Reggina chiude in dieci: Rizzo fa un fallaccio su Fofana e viene espulso. Il match finisce così: trionfo tanto atteso quanto meritato per gli abruzzesi, che ora dovranno ripetersi sabato "in casa" a Pescara contro il Modena.

REGGINA (4-4-2): Facchin; Adejo, Ely, Bergamelli; Melara (22′ st Barillà), Rizzo, Armellino, Rizzato; Sarno (30′ st Viola); Ceravolo (16′ st Comi), Fischnaller.
VIRTUS (3-4-3): Leali; Almici (35′ st Rosania), Aquilanti, Amenta, Mammarella; Vastola, Paghera, Volpe; Pepe (25′ st Turchi), Fofana, Falcinelli (32′ st Di Cecco).

Ammoniti: Bergamelli, Adejo, Leali, Almici, Mammarella, Paghera, Amenta, Fofana.
Espulso: Rizzo.
Arbitro: Federico La Penna

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reggina Virtus 0-1 | Prima vittoria per il Lanciano nel segno di Mammarella

ChietiToday è in caricamento