Sabato, 16 Ottobre 2021
Sport Lanciano

Pro Vercelli-Lanciano 1-2 | La Virtus riparte subito dopo il passo falso contro il Brescia

Vittoria convincente e meritata. Per i frentani segnano Di Cecco e Falcone. Grossi sigla il momentaneo pareggio su calcio di rigore e poi, nel finale, viene espulso con un rosso diretto per un brutto fallo su Volpe

All'andata finì 1-1 e non fu possibile disputare la gara al Biondi in quanto, secondo la commissione teatina, l'impianto non rispondeva ancora ai requisiti richiesti per la Serie B. Così si scese ancora una volta sul terreno del "maledetto" Adriatico, e l'esito finale fu quel che fu.

Stavolta, invece, è stata tutta un'altra storia: il Lanciano ha convinto ed è ripartito subito, dopo il passo falso interno contro il Brescia, espugnando meritatamente lo stadio "Silvio Piola" con una bella vittoria per 2-1.

IL MATCH - Bastano dieci minuti alla Virtus per timbrare la prima marcatura: colpo di testa di Di Cecco su cross di Volpe, la palla viene spedita sul secondo palo e la Pro Vercelli è già sotto. 0-1. Poco prima, al 4', c'era stato un goal annullato alla compagine avversaria: Greco, servito da Eusepi, aveva messo a segno un bel destro, secondo l'arbitro in fuorigioco.

Il Lanciano conduce bene, ma sfortunatamente il pareggio è dietro l'angolo: calcio di rigore in favore della squadra di casa al 23' per un fallo in area di Almici su Cristiano. Sul dischetto va Grossi e beffa Leali che però aveva intuito.

Al 39′ va in scena un nuovo capitolo di "Come sprecare le occasioni": Di Cecco è libero a sinistra ma viene ignorato da Piccolo, che fa tutto da solo cercando (invano) il 2-1. Valentini esce e blocca il destro dell'attaccante rossonero. Si va a riposo con una rete per parte e tanta speranza nel cassetto.

Al 21' del secondo tempo arriva il sigillo di Falcone che riporta i frentani in vantaggio. Il giocatore, messo in campo a inizio ripresa dal tecnico Gautieri, al termine di un contropiede si trova a tu per tu con Valentini e sfodera un piatto destro a giro con cui supera l'estremo difensore piemontese, che forse devia il pallone (visto che la sfera prende anche il legno): ora il risultato arride di nuovo alla Virtus, che da questo momento in poi fa definitivamente sua la partita.

Al 43' Grossi viene espulso per un fallo su Volpe: molto brutto il suo intervento sul piede d'appoggio del centrocampista. Sessanta secondi più tardi l'ultimo acuto della Pro Vercelli: tentativo in volata da parte di Ragatzu, che non trova la porta per qualche centimetro e manda alto sopra la traversa. Basta così: al triplice fischio è trionfo virtussino in trasferta, con la classifica che ora parla di 37 punti.

PRO VERCELLI (4-4-2) – Valentini; Modolo, Borghese, Ranellucci, Sini; Greco, Cristiano, Appelt, Genevier; Eusepi, Ragatzu. A disp: Miranda, Grossi, Iemmello, Scavone, Germano, Scaglia, De Silvestro. All. Braghin

VIRTUS LANCIANO (4-3-3) – Leali; Almici, Aquilanti, Rosania, Scrosta; Paghera, D’Aversa, Volpe; Piccolo, Falcinelli, Turchi. A disp: Aridità, Mammarella, Minotti, Marceta, Ceccarelli, Plasmati, Falcone. All. Gautieri

RETI: Di Cecco 10' pt, Grossi 23' Pt (rig), Falcone 21' st

ESPULSI: Grossi 43' st

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pro Vercelli-Lanciano 1-2 | La Virtus riparte subito dopo il passo falso contro il Brescia

ChietiToday è in caricamento