Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Stefano Mammarella è "Il portiere più forte del mondo": il libro è "solo il primo capitolo"

Il racconto del numero 1 della nazionale di calcio a 5 è stato pubblicato dal giornalista Orlando D'Angelo

 

Presentato ieri al pomeriggio al Foyer del Teatro Marrucino il libro decicato a Stefano Mammarella "Il portiere più forte del mondo - Storia di Mammarella, il fenomeno del futsal" scritto dal giornalista Orlando D'Angelo, edito da Hatria Edizioni, con la prefazione del presidente del Coni Giovanni Malagò.

L'incontro è stato moderato dal giornalista di Dazn Marco Calabresi. Il 35enne teatino Stefano Mammarella, uno dei più grandi portieri nella storia del futsal, ha celebrato nella sua amatissima Chieti la straordinaria carriera costellata di successi.

L’estremo difensore della nazionale italiana che in carriera ha vinto tre volte il "Futsal Award" come miglior portiere del mondo, scudetto, coppa Italia, Supercoppa, Champions League e Winter Cup, e la medaglia d'oro agli Europei nel 2014 punta a vincere il campionato del Mondo nel 2020 con la maglia azzurra.  

Stefano Mammarella nel corso degli anni ha rifiutato tante allettanti proposte da squadre blasonate, in Italia e all’estero ma ha sempre scelto di restare in Abruzzo. “Sono legatissimo all’Abruzzo e alla mia Chieti – ha detto Mammarella -  e per questo ho scelto di restare qui tra la mia gente”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
ChietiToday è in caricamento