menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pallavolo, nel weekend c'è la settima edizione del trofeo “Città di Chieti”

Sabato e domenica, al Palatricalle, oltre alla Pallavolo Teatina ci saranno Altino, Orsogna, Baronissi, Cutrofiano e Soverato

In arrivo un bel weekend per gli appassionati di pallavolo. Per la settima estate consecutiva, la Pallavolo Teatina organizza il Trofeo “Città di Chieti”, intitolato, come lo scorso anno, alla memoria del dottor Sandro Angeloni. Mai come quest’anno, però, il livello della competizione sarà alto: oltre alle padrone di casa guidate da Giorgio Nibbio e alle altre abruzzesi di B1, ovvero Altino e Orsogna, ci saranno infatti ben tre squadre di A2, vale a dire Baronissi, Cutrofiano e Soverato.

Il programma prevede l’inizio delle partite alle ore 13 di sabato 28, con il derby Altino-Orsogna, mentre la Connetti.it giocherà alle 17,30 contro Cutrofiano e subito dopo, dalle 19, contro Soverato. Le partite saranno al meglio dei tre set ed ogni set vinto regalerà un punto.

Domenica 29, a partire dalle ore 10, ci saranno le semifinali tra le due migliori classificate dei due gironi (girone A con Orsogna, Altino e Baronissi, girone B con Chieti, Cutrofiano e Soverato), seguite poi dalle finali. Solo per la seconda giornata e solo per le finali verrà chiesto l’acquisto di un biglietto del valore di 5 euro, che darà diritto a vedere tutte e tre le finali (5°-6° posto, 3°-4° posto, 1°-2° posto). Se la cornice del PalaTricalle sarà di sicuro impatto e aumenterà la spettacolarità dell’evento, la società esprime il proprio rammarico per non poter ancora disporre di quella che era stata designata come il teatro di tutte le gare interne stagionali della Pallavolo Teatina.

“Ci spiace molto di non avere ancora la possibilità di rientrare a Colle Dell’Ara e di potervi giocare – queste le parole del presidente Simon Brunn –. Purtroppo è in corso un rimpallo di responsabilità tra il Comune di Chieti e la curatela fallimentare che ci impedisce di usufruire della struttura, di cui peraltro, come tutte le parti in causa sanno bene, è nostra intenzione chiedere la gestione per la stagione 2019/2020. Per la nostra società è un danno economico di non poco conto, perché in queste settimane siamo stati costretti ad affrontare tante inattese trasferte, per portare le nostre giocatrici in giro per l’Abruzzo e poterle fare allenare; ma ancor più pesante per noi è l’impossibilità di far allenare i nostri gruppi giovanili, sempre più numerosi, ma che al momento non sappiamo letteralmente dove mettere. Speriamo che si ponga fine il prima possibile a questa situazione e si conceda l’utilizzo del Palazzetto di Colle Dell’Ara non solo a noi, peraltro, ma anche ad altre realtà sportive di Chieti che in questo momento si trovano senza una casa. Andando al torneo, non esagero dicendo che in Abruzzo non si è mai visto uno spettacolo simile, a livello di pallavolo femminile: tre squadre di serie A, tre realtà consolidate e prestigiose, che affronteranno le tre formazioni che stanno facendo onore alla regione e disputeranno con grande ambizione il campionato di B1. Per questo, mi aspetto un pubblico degno di tale spettacolo, che non sia composto solo dai nostri sostenitori, ma da tanti appassionati di volley, abruzzesi e, perché no, anche da fuori regione. Sarà un grande weekend di sport”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento