menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Proger Chieti Basket Recanati 62-67: continua la serie negativa per le Furie

Prosegue la striscia negativa per i biancorossi che cadono anche nel match casalingo contro i marchigiani. Lawson e Sollazzo affondano la compagine teatina

Dopo la sconfitta con Treviso  settimana scorsa,  coach Galli aveva chiesto una dimostrazione d’orgoglio e forza contro Recanati. Una vittoria avrebbe riacceso morale e autostima dopo le ultime uscite negativa. Niente da fare, anche alla non irresistibile Recanati sono bastate poche giocate e un paio di quarti fatti bene, per avere la meglio sulla Proger che non ha brillato come spesso accade negli ultimi tempi

CRONACA
Subito Armwood e primi due punti Proger, Pierini risponde subito pari ma l’avvio è complicato per entrambe le squadre con tanti errori al tiro. Dopo quattro minuti si è ancora fermi sul 4-2, Monaldi e Sergio cominciano a fare sul serio portando Chieti sul 14-4 a -3' dalla prima sirena. L’ex Sollazzo comincia a scaldarsi e aiuta nel recupero che chiude il primo parziale sul 17-10.

Si riparte e con una schiacciata di Lawson ma continua la sagra dei tiri sbagliati. Si sblocca Lilov con una bomba dopo due minuti di gioco. Lawson solo soletto realizza altri due punti da sotto ma Vedovato replica ribadendo un vantaggio ancora di 8 lunghezze (22-14). Ancora Lawson, solo Lawson in questa fase, canestro nel mirino e tre punti che non ti aspetti.  I leopardati risalgono prima  a -5 e poi con Sollazzo a -3 (22-19). Chieti perde palla ma Recanati sbaglia il tiro del possibile pareggio. Esce Piazza e rientra Allegretti, Monaldi s'inventa in entrata uno dei suoi canestri ignoranti e le Furie riprendono il largo anche grazie ad un altro canestro di Armwood (26-19). Non basta, è il miglior momento della Proger, scarico di Monaldi per Sergio che mette a segno una tripla che riporta avanti Chieti di nove lunghezze (29-20). Per Bonessio due tiri liberi a segno, rientra Piazza a -1'21" ma Chieti perde palla e ancora Traini riporta a -5 lo svantaggio di Recanati. Allegretti trova anche lui due tiri liberi e li realizza, questa volta è Traini a perdere palla, dando ad Armwood via libera per altri due punti (33-24). Zeek però ingenuamente commette fallo a nove secondi dal riposo lungo, offrendo due tiri liberi a Sollazzo che ne realizza solo uno.

Stoppata di Armwood su Pierini e bomba di Lilov ma Traini ne fa cinque di seguito e Recanati torna subito in scia. Ancora Sollazzo da sotto, marchigiani a -4 (36-32) ma Armwood replica con quattro punti in sequenza. È un momento chiave della gara, Recanati schiuma rabbia, Pierini da tre e poi si scatena ancora Lawson, sempre più devastante, che griffa prima un 2+1 e poi una schiacciata terrificante che impatta in un amen la gara sul 40-40. Galli ferma il gioco, armando il braccio di Lilov che al rientro segna due canestri da tre (46-40). Pubblico in tripudio ma dura poco perché sempre super Lawson, dopo aver sbagliato un canestro facile facile da sotto, nell’azione seguente ci mette rimedio con l'ennesima bomba di serata. Lilov però è caldissimo e uscendo da un blocco realizza ancora da tre. Il festival delle triple non finisce qui perchè entra in concorso anche Traini. Lawson si erge a protagonista assoluto, ruba palla e realizza, subendo un fallo suppletivo da Piazza. Ancora pari sul 49-49. Traini tira ancora da distanza siderale per realizzare con un missile terra-aria il primo vantaggio recanatese (49-52). Allegretti segna due tiri liberi e l'ultima palla del quarto è mal giocata da Recanati.
         
Lawson, infinito, con un altro canestro da tre suona la carica in avvio di ultimo quarto ma Chieti, nonostante due fischi cervellotici in attacco, sanzionatori per un sorpresissimo  Allegretti, resta in scia. Un attacco al ferro di Monaldi non premia il play teatino, la palla fa due giri sul cerchio ed esce beffarda, Sollazzo da sotto riporta i suoi a +4 (55-59). Le Furie soffrono terribilmente in attacco, smarrendo la via del canestro ma un assist di Monaldi per Armwood permette ai teatini di interrompere il digiuno (57-59). Ancora un attacco al ferro di Monaldi e questa volta è pari a -3'45". Sul più bello, cioè quando sembra che la Proger possa riprendere il largo, Armwood si divora un canestro e di pura frustrazione commette fallo mandando Lawson a prendersi due punti facili dalla lunetta. Le Furie a questo punto collassano sotto i colpi di Lawson e Sollazzo. Sergio sbaglia da tre, commettendo fallo su Lawson il centro recanatese va dalla lunetta per un 1/2 che riporta Recanati a +3. Sollazzo in step back sbaglia e Chieti ha tre palle consecutive per pareggiare ma è tutto vano. Pierini a 50" dalla fine realizza due tiri liberi che suggellano la vittoria dei leopardiani.
 

PROGER CHIETI - BASKET RECANATI 62-67
(17-10, 33-25, 51-52, )

PROGER CHIETI: Monaldi  11 - Sergio  8 - Piccoli  - Vedovato 2 - Armwood 11 - Lilov 17 - Piazza  - Allegretti  8 - Marchetti - Sipala - Di Martino.
Coach: Massimo Galli.

BASKET RECANATI: Forte - Pierini  9 - Lauwers  - Nwokaye -  Traini 13 - Bonessio 2 - Procacci -Maspero  - Lawson 25- Sollazzo 20.
Coach: Andrea Zanchi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento