Sport

Pallacanestro: Bls Chieti - Liomatic Bari 65-59 | La marcia continua

Secondo successo in quattro giorni per la BLS Chieti, che non lascia scampo neanche alla Liomatic Bari, raggiungendola in testa alla classifica di division dopo una partita decisa ancora una volta nelle battute finali, al PalaSantaFilomena

Secondo successo in quattro giorni per la BLS Chieti, che non lascia scampo neanche alla Liomatic Bari, raggiungendola in testa alla classifica di division dopo una partita decisa ancora una volta nelle battute finali, ormai una costante davanti al pubblico del Pala Santa Filomena.

Confermato il quintetto delle ultime uscite (Diomede, Gialloreto, Raschi, Feliciangeli e Rossi), la squadra teatina rompe il ghiaccio con un ottimo Rossi, ma i pugliesi (in campo con Ruggiero, Bona, Mian, Barozzi e Morena) mostrano ben presto la varietà delle proprie opzioni offensive, e con un parziale di 12-2 passano a condurre prima del gran finale delle Furie, in cui Rossi domina l’area anche contro Deguara e Martelli segna a fil di sirena la tripla del 20-14.

Il minutaggio forzatamente limitato da concedere a Rajola e i due falli di Rossi costringono ben presto Sorgentone a soluzioni d’emergenza,  e la Liomatic ne approfitta per riportarsi avanti con Ruggiero e Gigena. Ma i biancorossi mettono il cuore su ogni pallone, e quando il coach getta nella mischia Rajola, il capitano colpisce due volte da tre, mentre un altro centro sulla sirena, di Porfido, dà agli abruzzesi il vantaggio all’intervallo: 35-33.

I problemi offensivi già palesati dalle due squadre nei primi 20 minuti, si fanno ancora più evidenti in un caotico terzo quarto, in cui Raschi si accolla tante responsabilità in attacco ma i compagni hanno le polveri bagnate, rendendo vana l’eccezionale continuità difensiva. La freddezza della BLS nel gestire le ultime azioni dei quarti è comunque straordinaria: la terza tripla a battere il cronometro è quella di Rajola, che vale il 45-40.

Ogni volta che ha le spalle al muro, Bari trova però il modo di colmare il gap, e con le triple di Bona e Cardillo sembra conquistare, oltre al vantaggio, l’inerzia dell’incontro. Ancora una volta, a mettere le cose a posto ci pensa Andrea Raschi con la sua versatilità: segna da tre, subisce falli preziosi e conquista il rimbalzo difensivo che lancia il contropiede di Feliciangeli, seguito da quello offensivo trasformato nel +5 a 1’30” dalla fine. La ciliegina sulla torta è messa da un immenso Rajola, autore ancora una volta di una gara di grandissimo sacrificio. La sequela di errori dalla lunetta non riapre il match, e il 65-59 finale sancisce la sesta vittoria della BLS in campionato, quella che regala la vetta della Division Sud-Est.  

Tabellino:

BLS Chieti – Liomatic Group Bari 65-59  (20-14; 35-33; 45-40)

BLS Chieti: Diomede 5, Gialloreto 5, Raschi 14, Feliciangeli 7, Rossi 12; Rajola 12, Martelli 3, Ingrosso, Di Emidio ne, Porfido 7. All. Sorgentone.

Liomatic Group Bari: Ruggiero 6, Bona 8, Mian 7, Barozzi 2, Morena 8; Chiusolo, Cardillo 9, Deguara 2, Gigena S. 17, Ciocca. All. Putignano.

Rimbalzi: Chieti 36 (Raschi e Rossi 11), Bari 33 (Barozzi 7). Assist: Chieti 17 (Feliciangeli 6), Bari 11 (Morena e Cardillo 3).  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallacanestro: Bls Chieti - Liomatic Bari 65-59 | La marcia continua

ChietiToday è in caricamento