rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Sport

Melfi Chieti 1-4: cronaca|Neroverdi da applausi

I teatini si scatenano dopo lo svantaggio iniziale e conquistano la terza vittoria consecutiva. Al vantaggio dei padroni di casa rispondono gli incontenibili Berardino e Guidone, autori di una doppietta a testa. Raggiunto il sesto posto in classifica

Non si ferma più il Chieti di Tiziano De Patre. Il cambio di marcia intrapreso dalla formazione neroverde con l’arrivo del tecnico giuliese è lampante e i risultati si vedono. Un ruolino di marcia impressionante con nove punti conquistati nelle ultime tre gare, una sola rete subita (su rigore) e ben otto segnate. Confermata dunque la solidità difensiva, con De Patre il Chieti ha ripreso a segnare, in particolare con Guidone autore, negli ultimi tre match appunto, di ben quattro reti. Tre vittorie, dunque, per tornare nei piani alti della classifica e conquistare l’accesso al prossimo campionato di LegaPro unica.
CRONACA
De Patre conferma il  modulo 4-4-2 con Robertiello in porta, la coppia difensiva è formata da Dascoli e Di Filippo, mentre sugli esterni agiscono Turi e De Giorgi. A centrocampo la mediana è affidata a Della Penna e Giorgino con Rossi e Berardino sulle ali. In attacco la coppia Guidone-Cinque.
Inizio di gara a dir poco scoppiettante. Sono passati meno di 60 secondi dal calcio d’inizio quando su una palla lunga Ricciardo fa da sponda per Tortori che in area viene steso da Robertiello in uscita. Calcio di rigore per i padroni di casa! I giocatori del Melfi fanno capannello attorno al direttore di gara chiedendo a gran voce anche l’espulsione diretta del portierone neroverde per fallo da ultimo uomo. Il Signor Fanton di Lodi, però, estrae “solo” il cartellino giallo ed ammonisce l’estremo difensore teatino.
Il bomber gialloverde Ricciardo si incarica della battuta e realizza il gol dell’1-0. Per Robertiello è il primo rigore non neutralizzato in stagione.

L’inizio shock sembra pesare su Guidone e compagni. Due minuti dopo il Melfi va vicinissimo al raddoppio con Cardinale che manca di un soffio la deviazione sottomisura.
Al 5' è ancora il Melfi a spingere e a sfiorare il secondo gol con il solito Ricciardo che conclude di poco a lato da buona posizione.
Dopo un inizio da incubo il Chieti prova a prendere le misure ai lucani. Con il passare dei minuti i neroverdi prendono possesso del centrocampo e cominciano a generare le prime azioni offensive.
PAREGGIO DEL CHIETI Alla prima vera occasione i teatini raggiungono il pari: è il 36’ quando Berardino si lancia in un azione personale e, dopo essersi liberato del diretto avversario, colpisce la sfera con un destro “capolavoro” che accarezza il palo lontano e si deposita nella porta difesa da Perina. Splendido gesto tecnico del numero 11 neroverde che permette ai suoi di chiudere la prima frazione di gara sul risultato di 1-1.
SECONDO TEMPO
La ripresa inizia con qualche novità. De Patre decide di modificare lo scacchiere in campo sostituendo un difensore (Turi) con un centrocampista (Verna). Passando, di fatto, ad un più offensivo modulo 3-5-2.
 Al 5’st il Melfi si rende pericoloso con Muratore il cui tiro-cross per poco non sorprende Robertiello.
RADDOPPIO CHIETI  Al 13’st Lorenzo Cinque si libera per il tiro in area, la conclusione viene respinta da Perina sui piedi di Berardino che “infila” la porta gialloverde per la seconda volta portando in vantaggio i suoi.
TERZO GOL DEL CHIETI Il vantaggio raggiunto galvanizza gli ospiti che poco dopo triplicano il vantaggio: al 20’st Guidone si destreggia in area e in un lampo va a concludere di destro. Una rasoiata quella dell’attaccante del Chieti che non lascia scampo, ancora una volta, a Perina.
POKER CHIETI I padroni di casa si lanciano in avanti con l’obiettivo di raddrizzare la gara. I neroverdi però sono attenti e assoluti padroni del campo. A 6 minuti dal termine è ancora Guidone (al quarto gol in tre gare) a mettere il pallone alle spalle di Perina in uscita e a chiudere definitivamente la partita.
Se tre indizi fanno una prova a questo punto non c’è più alcun dubbio: De Patre è l’uomo giusto per questo Chieti.

 
IL TABELLINO
Melfi-Chieti 1-4
Melfi (3-5-2): Perina; Cascone, Dermaku, Cardinale; Annoni, Cuomo, Scialpi, Muratore, Pinna; Ricciardo, Tortori. In panchina: Giordano, Marotta, Montenegro, Cardore, Marolda, Neglia, Cruz. All. Bitetto
Chieti (4-4-2): Robertiello; De Giorgi, Dascoli, Di Filippo, Turi (46' Verna); Rossi, Della Penna, Giorgino, Berardino; Guidone, Cinque. In panchina: Gallinetta, Bagaglini, Terrenzio, Piccinni, Gaeta, Malcore. All. De Patre
Reti: 1' rig. Ricciardo (M), 36' e 58' Berardino (C), 65' e 84' Guidone (C)
Arbitro: Fanton Di Lodi      Assistenti: Sbrescia di Castellammare di Stabia e Vecchi di Lamezia Terme
Ammoniti: Robertiello (C)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Melfi Chieti 1-4: cronaca|Neroverdi da applausi

ChietiToday è in caricamento