Sport

Magic Basket Chieti: coach Merletti soddisfatto di questo avvio di stagione

L'allenatore dei teatini traccia un bilancio dopo l'ottimo avvio di campionato. Attenzione sui giovani e crescita del gruppo la ricetta di una società che sta riavvicinando, assieme alla Proger Pallacanestro Chieti, la città alla pallacanestro

Traccia un bilancio dopo un mese di campionato il coach del Magic Basket Andrea Merletti, alla guida di un gruppo che sta stupendo tutti per personalità e gioco, in questo positivo avvio di stagione.

Il coach spiega gli obiettivi e guarda al presente:  “Siamo in un nuovo campionato, da neopromossi, nonostante questo fin da subito abbiamo dimostrato, in primo luogo a noi stessi, di potercela giocare con tutti. Soprattutto stiamo tenendo fede a quella che è la nostra mission, dettata dalla società guidata dal Presidente Vincenzo Milillo: far crescere,coltivare e lanciare i giovani”.

Merletti ci tiene a dire che “in questo si sta rivelando fondamentale la collaborazione stipulata in estate con l’Antoniana Pescara con cui condividiamo la stessa idea e metodologia d’insegnamento della  pallacanestro – e aggiunge -  tra l’altro, per ragioni di regolamento federale, non possiamo schierare in campo Stefano Ponziani, classe ’96, che con i suoi 1,95 cm di altezza potrà darci presto una grossa mano”.

Una visione chiara e timone ben saldo al comando traspaiono dalle parole del coach che sottolinea: ”non abbiamo alcuna intenzione di essere la vittima sacrificale del torneo, vogliamo prendere ciò che riusciremo a guadagnarci. Le tre gare vinte nelle prime tre giornate abbiamo meritato di vincerle e abbiamo avuto l’ulteriore merito di aver attirato un pubblico numeroso al PalaDayco per le nostre gare interne”.

Sul derby con Pescara, terminato 88-80 per i biancazzurri, non usa tanti giri di parole: “evidentemente non abbiamo fatto tutto il possibile per meritarcela, in una gara sicuramente condizionata da un arbitraggio poco felice e dalla “giornata no” di alcuni senior.  Ci può stare. Dobbiamo accettare il concetto di sconfitta, abbiamo mancato la vittoria perché ci è mancata la capacità di avere la meglio laddove, in una certa fase, potevamo chiudere la gara”.

Sempre sul derby giocato contro il Pescara Basket sabato scorso, Merletti spiega: ”di soddisfazioni e risposte importanti ne abbiamo avute: su tutti il fatto di aver giocato alla pari e per lunghi tratti meglio di Pescara, una formazione che, non dimentichiamolo, lo scorso anno è arrivata fino alla finale promozione in c1 e che punta dichiaratamente alla vittoria del campionato. Nonostante tutto,  abbiamo ottenuto questo schierando, nei momenti clou della gara, dei giovani del ’95 al loro esordio in c2. Il risultato è importante certo, ma credo che in questa fase della stagione, dopo appena quattro giornate, sia altrettanto rilevante guardare cosa siamo e cosa stiamo diventando: ogni allenamento, ogni partita e situazione di gioco, nel bene o nel male, ci servirà da lezione nel nostro percorso di crescita – e conclude- isarà poi nella gestione di quei momenti che si deciderà se, in questa stagione e in generale nella vita sportiva, tutti noi vorremo accontentarci di essere delle semplici comparse o guadagnarci il ruolo di attori principali.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Magic Basket Chieti: coach Merletti soddisfatto di questo avvio di stagione

ChietiToday è in caricamento