Libro: "Le radici e la passione", il calcio a Lanciano negli anni '50

Il libro del giornalista Andrea Rapino ripercorre il periodo che va dalla stagione 1951-52 al campionato 1958-59 dei rossoneri

Da sabato 31 ottobre sarà in vendita "Dall’apice della Virtus negli anni ’50 alla Pro Lanciano", quarto volume della collana “Le radici e la passione” curata e prodotta dal giornalista lancianese Andrea Rapino sulla storia del calcio frentano. Dopo aver ripercorso le vicende dello sport frentano dalle origini fino all’alba degli anni ’50, questo libro copre il periodo che va dalla stagione 1951-52 al campionato 1958-59.

Il volume ripercorre con dovizia di particolari un decennio che, soprattutto nella prima metà, ha segnato profondamente il calcio lancianese. È infatti uno dei periodi più entusiasmanti e coinvolgenti che vive la tifoseria rossonera, con la squadra che lotta costantemente per imporsi nel campionato regionale, allora denominato Promozione e ben più competitivo dell’Eccellenza attuale: basti pensare che oggi, davanti al massimo campionato regionale, militano 265 club, mentre all’epoca sono 182, con Serie A, B e C a girone unico e la Quarta Serie composta da otto gironi.
Il tasso tecnico è quindi elevato, con il fattore ambientale che non è da meno, perché in Promozione si trovano quasi tutte le principali realtà regionali. Accesissimi sono anche gli incontri con le formazioni dei comuni viciniori, come ad esempio Orsogna, Atessa o Guardiagrele, sempre contraddistinti da un notevole afflusso di tifosi ospiti. 

Clima infuocato, prestigio in gioco, radicata passione della tifoseria e lo stadio della Vittoria che è un catino ribollente, fanno di questa un’epoca alla quale il tifo lancianese deve molto, perché la generazione dei tifosi che sostiene la squadra negli anni ’50 è una fucina importante per trasmettere un forte attaccamento alla squadra di generazione in generazione.

Nel libro, oltre a foto di squadra inedite, vengono riproposte numerose immagini di calciatori rossoneri e di formazioni e giocatori avversari: sfogliare queste pagine è un po’ come seguire quei campionati giorno per giorno su un quotidiano di oggi, vedendone l’evoluzione e i volti dei protagonisti. In questo contesto si inseriscono anche le riproduzioni delle testate che leggono gli appassionati degli anni ’50, che in molti casi oggi non sono più in edicola e delle quali si è persa la memoria. 

Non mancano accenni a sport e squadre minori: ogni capitolo si conclude con una panoramica sulle serie inferiori, e in particolare sul Borgo Lanciano, con preziose e rare notizie sul calcio abruzzese in generale. Nell’appendice, oltre ad alcune dovute precisazioni su errori nelle precedenti pubblicazioni e qualche aggiunta, riportiamo sostanziose quanto importanti integrazioni sia sull’epoca pionieristica del calcio lancianese e abruzzese, sia sul campionato 1941-42 che vede la Frentana Lanciano imporsi in un difficile campionato regionale prebellico.

Il volume si conclude con l’ultimo disastroso campionato giocato sotto la denominazione di Virtus Lanciano, e ci congediamo dal lettore con l’accordo per la nascita della Pro Lanciano: da qui speriamo di riprendere presto a raccontarvi la storia del nostro calcio.

Edicole e librerie nelle quali sarà possibile acquistare "Dall’apice della Virtus negli anni ’50 alla Pro Lanciano" saranno comunicate sulla pagina Facebook di Lancianosport e sul sito www.lancianosport.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Presunti favori dai vigili": il nome di Marsilio nella puntata di Report, ma il presidente respinge le accuse

  • La provincia di Chieti si spopola: Ortona e Lanciano perdono più abitanti

  • Il Wwf conferma: "Lupi avvistati e fotografati nella periferia di Chieti"

  • Test sierologici in tutte le farmacie abruzzesi: si inizia da studenti e loro familiari

  • Tragico incidente nella rimessa di casa: muore schiacciato dall'escavatore

  • Coronavirus: 560 nuovi contagi e 12 morti in Abruzzo nelle ultime 24 ore

Torna su
ChietiToday è in caricamento