rotate-mobile
Sport Lanciano

Lanciano Sassuolo 2-2 | Salvezza sempre più vicina per la Virtus

Di Francesco torna nello stadio dove qualche anno fa allenò senza troppa fortuna, e il Biondi gli volta le spalle: emiliani sotto di un goal, poi ribaltano il risultato ma alla fine si fanno raggiungere dai frentani

In un Biondi tutto esaurito, il Lanciano va in vantaggio contro la capolista Sassuolo e, dopo alterne vicende, conclude 2-2 una partita giocata a viso aperto. Mister Eusebio Di Francesco torna nello stadio dove qualche anno fa allenò senza troppa fortuna. Oggi al suo posto c'è Carmine Gautieri, che ora vede sempre più vicina la salvezza della sua squadra: sabato, sul campo del Novara, bisognerà solo evitare di perdere con più di tre gol di scarto. A quel punto, sarà ancora Serie B.

IL MATCH - Dopo appena 4 minuti il Lanciano passa clamorosamente in vantaggio: Piccolo crossa per Vastola che supera Pomini di testa, e il pubblico frentano esplode. I padroni di casa sfiorano addirittura il raddoppio al 14', quando Piccolo spara alto da ottima posizione. Al 18', invece, arriva il pareggio neroverde con un magistrale calcio di punizione di Berardi che si insacca all'angolino della porta, sorprendendo Leali sul proprio palo.

VANTAGGIO DEL SASSUOLO - Gli emiliani ribaltano il risultato al 27' grazie a un calcio piazzato di Magnanelli: il grande ex Pavoletti si trova sui piedi la palla, ribattuta dalla barriera, Leali respinge corto e Chibsah, ben appostato, è implacabile a porta vuota. La strada si fa in salita per la Virtus, ma Piccolo al 41' spara un bolide da 20 metri e riporta il punteggio in equilibrio.

SECONDO TEMPO - Il Lanciano ci prova, e Vastola si fa subito sotto nella ripresa mettendo la sfera di poco a lato. Al 17' il diagonale di Boakye finisce sul fondo a non molta distanza dal palo. Al 21' Falcinelli si gira e cerca l’incrocio di sinistro da fuori area, sorvolando di un soffio la traversa. La situazione non si sblocca, e la gara termina 2-2. Il Lanciano tira un bello scherzo al suo ex tecnico: in virtù di questo pareggio, infatti, la festa promozione per il Sassuolo è ancora rinviata. Ma stavolta tutto è lecito, visto che in ballo per i rossoneri c'è la permanenza nel torneo cadetto.

LANCIANO (4-3-3): Leali; Di Cecco, Aquilanti, Amenta, Mammarella; Vastola, D’Aversa (60' Minotti), Volpe; Piccolo (64' Fofana), Falcinelli, Turchi (75' Paghera). A disp.: Aridità, Rosania, Scrosta, Plasmati. All: Carmine Gautieri

SASSUOLO (4-3-3): Pomini; Laverone (46' Marzorati), Terranova, Bianco, Longhi; Chibsah (84' Laribi), Magnanelli, Missiroli; Berardi, Pavoletti (59' Boakye), Catellani. A disp.: Pigliacelli, Frascatore, Troiano, Masucci. All: Eusebio Di Francesco

ARBITRO: Sig. Irrati di Pistoia

RETI: 4' Vastola, 18' Berardi, 27' Chibsah, 41' Piccolo

NOTE: ammoniti D'Aversa, Bianco, Mammarella, Di Cecco, Aquilanti, Falcinelli, Vastola, Missiroli. Recupero 2' pt, 4' st.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lanciano Sassuolo 2-2 | Salvezza sempre più vicina per la Virtus

ChietiToday è in caricamento