Sport Lanciano

Lanciano Empoli 0-3 | Neanche al Biondi la Virtus riesce a vincere

Continua la striscia negativa per gli uomini di Gautieri: nella prima in casa loro, i rossoneri non trovano un risultato utile e devono piegarsi ai toscani. Mammarella assente per squalifica, Fofana impalpabile. Prossimo impegno il Verona in trasferta

Ora non ci sono più scuse. Non si potrà più dire che sia "colpa" dell'Adriatico. Il Lanciano, infatti, neanche nella prima partita giocata a casa sua riesce a trovare la vittoria, e cade rovinosamente contro l'Empoli per 3-0. Allo stadio Guido Biondi, dichiarato agibile solo parzialmente per 1.500 spettatori (la tribuna è rimasta chiusa tra le polemiche dei tifosi, convinti che si potesse dare l'ok anche per questo settore), la compagine rossonera è stata battuta da una squadra nettamente più forte, nonostante la posizione in classifica. Per i ragazzi di Maurizio Sarri, che raggiungono la Reggina a quota 6, questa è la prima vittoria nel campionato di Serie B. Tra i frentani si è fatta sicuramente sentire l'assenza di Mammarella, squalificato.

Inizia la partita: brivido dopo appena 10 minuti di gioco, quando Laurini, salvando sulla linea, toglie dalla porta un gol praticamente fatto per i padroni di casa. Falcinelli cincischia e, tutto solo davanti a Bassi, non colpisce bene il pallone. A quel punto è solo grazie al difensore toscano che il tiro non si trasforma nell'1-0 per la Virtus. Peccato. L'Empoli prende coraggio e si fa avanti. Arrivano le marcature. Apre le danze al 19' Massimo Maccarone con un bel sinistro, seguito al 47' da Saponara, che la mette al volo sotto l'incrocio dei pali. Cinque minuti prima, gli uomini di Gautieri si erano fatti sotto con un cross di Volpe al centro, sprecato da Falcinelli che aveva mancato l’impatto di testa: palla sul fondo.

Al 23' della ripresa è Signorelli a chiudere i conti: Tavano gli serve un assist al bacio e lui, a tu per tu con Nicola Leali, non fallisce. Al 35' Fofana (oggi mai in partita) ha la possibilità di accorciare le distanze, ma la sua conclusione non impensierisce l'estremo difensore empolese. Al fischio finale, ci sono due consapevolezze: una è rappresentata dal pubblico, assolutamente eccezionale, sempre pronto a incitare i giocatori; l'altra è invece costituita dal fatto che adesso non c'è tempo per piangersi addosso, visto che già incombe il temibile Verona in trasferta. Sperando che nel frattempo la Commissione chietina dica sì anche per quanto riguarda la tribuna del Biondi. 

LANCIANO: Leali; Almici (72′ Testardi); Aquilanti; Amenti; Bacchetti; Vastola; Paghera; Volpe; Falcinelli (51′ Ceccarelli); Fofana; Turchi (58′ Falcone). A Disp: Casadei; Hottor; Rosania; Di Cecco.

EMPOLI: Bassi; Laurini; Ferreira (56′ Regini); Pratali; Cristiano (67′ Hysaj); Moro; Valdifiori (27′ Signorelli); Croce; Saponara; Tavano; Maccarone. A Disp: Bassi; Camillucci; Pucciarelli; Cori.

ARBITRO: Sig. Mariani di Aprilia.

Assistenti: Melloni/Perretti

MARCATORI: 19′ Maccarone; 47′ 1T Saponara; 69′ Signorelli

AMMONITI: 20′ Valdifiori (E); 36′ Laurini (E); 39′ Cristiano (E); 60′ Almici (VL); 67′ Croce (E)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lanciano Empoli 0-3 | Neanche al Biondi la Virtus riesce a vincere

ChietiToday è in caricamento