menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pace fatta tra sindaco e ultras, Di Primio si impegna a parlare con Giacomini

Incontro chiarificatore tra il sindaco e i tifosi neroverdi, mentre la squadra vive uno dei suoi momenti peggiori a zero punti dopo cinque giornate di campionato e il presidente ha dichiarato di non voler più tornare in città

La pace tra sindaco e tifosi neroverdi è scoppiata ieri (giovedì 6 ottobre), nel corso di un incontro dai toni distesi e poco formali dopo le scintille dei giorni scorsi. Mercoledì (7 ottobre), la riunione era saltata all'ultimo minuto, ma una rappresentanza degli 89 Mai Domi si è presentata puntuale in Comune il giorno sucessivo. 

Umberto Di Primio ha chiarito di non aver mai offeso gli ultras, né di aver dichiarato che ormai sono rimasti "quattro gatti". Dall'altro lato, si è impegnato a parlare il prima possibile con il presidente Mauro Giacomini, per capire cosa intende fare con la società neroverde. La prima squadra cittadina, infatti, dopo cinque giornate di campionato si trova ancora in fondo alla classifica con zero punti. Proprio per questo, domenica scorsa, dopo l'ennesima sconfitta, il presidente è stato duramente contestato dai tifosi. Nei giorni successivi, ha addirittura dichiarato di non voler più mettere piede a Chieti, pur continuando a guidare la società. 

Il futuro, però, è un'incognita: le casse della Chieti calcio sono tutt'altro che floride e, oltre al pesante malumore della tifoseria, pesa lo spauracchio del fallimento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento