Sabato, 19 Giugno 2021
Sport

Chieti si emoziona con il Giro, l'impegno del sindaco Ferrara: "La gara tornerà in città"

Entusiasmo e grande partecipazione per la carovana rosa che ha attraversato la città, imponente lo schieramento di forze per garantire la sicurezza

È l'australiano della Lotto Soudal Caleb Ewan il vincitore della settima tappa del Giro d'Italia, partita stamani da Notaresco (Teramo) e arrivata nel pomeriggio di oggi a Termoli (Campobasso). Aveva già conquistato la quarta tappa.

Ma per i teatini è stata soprattutto la tappa che ha attraversato la città di Chieti, da Madonna delle Piane, salendo sul Colle lungo la Colonnetta, per proseguire poi in direzione di via Masci, fino a raggiungere il territorio di Ripa Teatina, per attraversare poi Miglianico, Tollo, Canosa Sannita, Crecchio, Ortona, San Vito, Fossacesia, Torino di Sangro, Vasto, San Salvo, fino al Molise. 

E le dirette tv hanno permesso ai tanti appassionati della carovana rosa di ammirare le immagini dell'alto della provincia di Chieti e del capoluogo, dalla cattedrale di San Giustino, all'anfiteatro della Civitella, passando per le bellezze e la storia della città, raccontate dai commentatori del Giro. 

Imponenti le forze schierate per garantire la sicurezza dei ciclisti e del pubblico e per evitare comportamenti pericolosi o assembramenti.

Soddisfatto il sindaco Diego Ferrara, che insieme alla comandante della polizia municipale, Donatella Di Giovanni, ha atteso il giro in via Asinio Herio. 

“Non solo è andato tutto bene - commenta - ma è stata la prima occasione storica di condividere un’emozione in sicurezza all’aperto.Voglio a tal proposito ringraziare tutte le forze dell’ordine, la nostra polizia municipale, l’esercito di volontari della Protezione Civile comunale e gli altri volontari a servizio della gara, nonché un funzionario della prefettura, Maurizio Formichetti, che è stato un prezioso interfaccia nella tessitura dell’accoglienza di oggi, costruita da settimane di incontri e riunioni. Si è trattato di un passaggio fugace nella nostra città, nonostante il traguardo in corsa del Gran Premio della Montagna, posto su via Madonna degli Angeli".

Ferrara auspica che il Giro nei prossimi anni possa tornare a Chieti: "Se ce ne sarà la possibilità, ci impegneremo per costruire un rapporto più ravvicinato con la Corsa per il futuro, questo è il mio auspicio, in modo da far tornare Chieti protagonista dei grandi eventi anche sportivi, di cui il Giro è di certo uno dei più popolari e importanti, anche per il posto che occupa nella storia di tutti gli italiani”.

Il presidente della Regione, Marco Marsilio, presente alla partenza della tappa abruzzese, a Notaresco, ha commentato: "Il Giro d’Italia è una grande occasione per promuovere il territorio: rappresenta una vetrina straordinaria per le nostre eccellenze naturali, storiche e culturali. La Corsa rosa coinvolgerà i centri della costa e della montagna abruzzese, dalla Costa dei Trabocchi a Campo Felice, dove è previsto peraltro un arrivo inedito. Ringrazio le istituzioni, l’assessore Liris, i sindaci e i presidenti di Provincia, che hanno collaborato affinché questo grande evento potesse rappresentare una opportunità di promozione del nostro Abruzzo”.

Sul palco di Notaresco, l’assessore allo sport, Guido Liris, nel tradizionale passaggio della bandiera, ha aggiunto: “Crediamo molto nei grandi eventi e il Giro d’Italia, che considero il 'Sanremo dello sport', è una occasione di riscatto per il territorio. Dopo quasi due anni di chiusure a causa della pandemia, questo evento simboleggia la ripartenza. E noi abbiamo avuto il coraggio di proporlo alle nostre comunità e in sicurezza. Stiamo costruendo un rapporto forte con gli organizzatori del Giro d’Italia: molti centri abruzzesi ci chiedono di ospitare una tappa della corsa rosa per i prossimi anni. E noi ci saremo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chieti si emoziona con il Giro, l'impegno del sindaco Ferrara: "La gara tornerà in città"

ChietiToday è in caricamento