rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Sport

Il Giro d'Italia in quota al Blockhaus: attesa per la tappa abruzzese della corsa rosa

A Pretoro una delle tappe più impegnative del Giro d'Italia 2022 che a maggio, per il sesto anno consecutivo, tornerà ad attraversare l’Abruzzo

Il Giro d'Italia torna ad attraversare l'Abruzzo per la sesta volta consecutiva con una tappa doppia, il 15 e il 17 maggio prossimi.

Il 15 maggio la provincia di Chieti con Pretoro sarà protagonista della nona tappa appenninica che partirà da Isernia, in Molise, e che culminerà con l’arrivo in quota al Blockhaus, una delle frazioni più impegnative. Il 17 maggio invece, dopo un giorno di pausa, la partenza della decima tappa sarà da Pescara per concludersi a Jesi, nelle Marche. L’arrivo a Bellante della quarta tappa della Tirreno-Adriatico, che partirà dalle Cascate delle Marmore, in Umbria, in programma il prossimo 10 marzo, sarà l'anteprima dell’evento rosa.

Le tappe abruzzesi sono state presentate ufficialmente questa mattina nella sede della Regione, alla presenza del presidente della giunta regionale Marco Marsilio, del direttore del Giro d’Italia Mauro Vegni, degli assessori regionali a Sport e Turismo Guido Liris e Daniele D’Amario, dei consiglieri regionali Mauro Febbo e Guerino Testa, del referente Rcs per l’Abruzzo Maurizio Formichetti, e dei sindaci delle città di Pescara, Carlo Masci, di Pretoro, Diego Valerio Giangiulli, e di Bellante, Giovanni Melchiorre.

"Con l'Abruzzo il Giro può acquistare un nuovo sapore, rafforzare il suo fascino e con l'arrivo al Blockhaus, potrebbe esserci un'altra bella scrollata alla classifica - ha esordito Marsilio - . È una grande occasione di promozione mondiale perché è una vetrina mondiale: un momento molto importante che va incontro alla nostra politica di rendere l'Abruzzo sempre più conosciuto, attrattivo e sempre più affascinante come destinazione turistica”.

Il direttore del Giro, Mauro Vegni, nel ribadire che la tappa dell’anno scorso di Campo Felice "è stata una delle più viste", si è detto convinto che "anche quella di quest’anno, con l’arrivo agli oltre 1600 metri di Mammarosa, impreziosita dal passaggio sui due versanti del Blockhaus, si annuncia altrettanto epica.  Si tratta di uno dei sei arrivi previsti in quota nel Giro 2022, tappa che arriverà quasi a metà Giro e quindi sarà tutt’altro che interlocutoria".

La nona e la decima tappa del Giro d’Italia toccheranno tutte e quattro le province abruzzesi in un connubio virtuoso tra costa e montagna. 

Soddisfatto anche il consigliere regionale Febbo che, nei mesi scorsi, insieme al referente Rcs per l’Abruzzo Formichetti, aveva partecipato all’incontro che la delegazione della Regione Abruzzo aveva avuto con i vertici della Rcs a Milano: "Saranno tre giorni nei quali la nostra regione sarà all'attenzione dei media nazionali e internazionali. L’attenzione che il governo regionale mostra nei confronti del Giro d’Italia ci ha permesso di averlo per il sesto anno consecutivo, cosa non facile, e peraltro ci può fare da apripista anche per l’edizione del 2023” ha dichiarato il capogruppo di Forza Italia in cConsiglio regionale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Giro d'Italia in quota al Blockhaus: attesa per la tappa abruzzese della corsa rosa

ChietiToday è in caricamento