menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Correre liberamente": a Lanciano podisti, detenuti e agenti penitenziari si sfidano sulla corsa

Sabato nel carcere di Villa Stanazzo la settima edizione dell'iniziativa che prevede una gara non competitiva e una competitiva

Podisti lancianesi e detenuti si sfideranno sabato 9 giugno, dalle ore 10, durante l'iniziativa "Correre liberamente", che prevede una gara competitiva e una non competitiva lungo un circuito allestito all'interno della casa circondariale di Villa Stanazzo, a Lanciano. Si tratta della settima edizione della rassegna sportiva, organizzata dalla direzione del carcere, in collaborazione con il due volte campione del mondo di ultramaratona Mario Fattore e con l'associazione sportiva Podisti frentani. L'iniziativa ha il patrocinio di Uisp, Csen e Coni. Oltre ai detenuti, parteciperanno i tesserati dei gruppi podistici della città di Lanciano e gli operatori penitenziari di Abruzzo, Lazio e Molise.

"Correre liberamente" fa parte delle iniziative programmate nell'istituto penitenziario allo scopo di incentivare i momenti di incontro della comunità esterna ed educare a stili di vita sani. Lo sport, anche in un ambiente limitato come può essere un carcere, costituisce uno strumento di partecipazione formidabile: le barriere vengono abbattute, sostituite dall'entusiasmo e dalla voglia di stare insieme. Per qualche ora, l'istituto penitenziario assumerà un aspetto diverso: sarà uno spazio condiviso tra la comunità ristretta e quella libera. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: in Abruzzo 502 nuovi positivi e 10 decessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento